Lewis Hamilton pronto per GP Silverstone: “Qui per altri 2-3 anni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46

In occasione della conferenza stampa che anticipa il GP di Silverstone di F1, Lewis Hamilton ha parlato del suo futuro e del suo rapporto con Toto Wolff.

Lewis Hamilton
(Getty Images)

Lewis Hamilton non ha ancora firmato il rinnovo di contratto con la Mercedes, ma la sua intenzione è ancora quella di essere protagonista in F1, almeno per i prossimi due anni. Questo il messaggio principale lanciato a giornalisti e rivali in occasione della conferenza stampa che anticipa il GP di Silverstone. “Non posso assicurare che ci sarò, ma posso affermare che è mia intenzione essere qui a Silverstone il prossimo anno, magari con i tifosi sugli spalti“.

“La mia intenzione è di correre ancora un altro po’, quanto non saprei. Parto sempre dal presupposto di dovermi meritare il posto, nonostante sia campione del mondo“. Inoltre, ha dichiarato che il lockdown gli è servito per riposarsi in vista della ripresa del Mondiale: “Il lockdown almeno un aspetto positivo lo ha avuto, ho potuto concentrarmi su altro e ricaricare le batterie“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Grosjean sostiene Hamilton sulla lotta al razzismo: “Tutti in ginocchio”

Lewis Hamilton e il suo rapporto con Toto Wolff

Lewis Hamilton F1
(Getty Images)

Non è un caso che Hamilton sia da così tanto legato alla Mercedes e il motivo risiederebbe proprio nel suo capo, Toto Wolff. “Lui è amico e boss al contempo, trasparente, schietto, onesto e un gran leader“. Leadership che sarebbe stata determinante nei loro successi, spiega il pilota britannico: “Tanti nostri successi sono il frutto della sua leadership, oltre che del lavoro di una squadra eccezionale“.

Ma, a detta del pluricampione di Formula 1, il team principal avrebbe anche tratti più “umani”: “Toto è anche divertente, come quando picchia i pugni sulla console nei momenti in cui perdiamo. Qui, si vede tutta la sua passione per le corse“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> F1 GP Silverstone, Vettel ostenta fiducia: “Possiamo fare grandi cose”