George Russell avvisa Ferrari e Red Bull: “Possiamo farlo”

Russell crede che la Mercedes riuscirà a recuperare il gap rispetto a Ferrari e Red Bull.

Sicuramente vedere la Mercedes incapace di vincere in Formula 1 è qualcosa che fa notizia. Ma le prime due gare del campionato 2022 hanno evidenziato che le Frecce d’Argento sono in ritardo, la monoposto non è sufficientemente competitiva al momento.

George Russell
George Russell (Ansa Foto)

Il podio conquistato da Lewis Hamilton in Bahrain è stato un regalo della Red Bull, out con entrambi i piloti per problemi di affidabilità della macchina. Poi in Arabia Saudita il sette volte campione del mondo è arrivato decimo, mentre il compagno di squadra George Russell ha limitato i danni chiudendo quinto.

La scuderia di Brackley ha diversi miglioramenti da apportare alla W13, una vettura che finora non è veloce quanto Ferrari F1-75 e Red Bull RB18. Va risolto il grosso problema del porpoising e in generale serve anche una maggiore efficienza aerodinamica. Già in questo weekend in Australia sono previsti aggiornamenti: un’ala posteriore nuova e delle modifiche al fondo.

Mercedes F1, Russell crede nella rimonta su Ferrari e Red Bull

George Russell
George Russell (Ansa Foto)

Anche se adesso la Mercedes è la terza forza della griglia della Formula 1, nel team si lavora intensamente per ridurre il gap e stare davanti al più presto. È solo l’inizio della stagione e c’è fiducia di riuscire a recuperare su Ferrari e Red Bull.

Russell crede nella sua squadra e lo ha ribadito nei giorni che precedono il Gran Premio d’Australia: “In questo momento dobbiamo quasi limitare i danni – ha detto a gpfans.com – e non buttare via punti quando abbiamo delle opportunità, anche se si tratta di arrivare quinti o sesti. Poi speriamo che la macchina migliori e ci permetta di tronare a lottare. La stagione è lunga e abbiamo fiducia nel poter ridurre il divario e potenzialmente sorpassare le prime due squadre”.

Mercedes può raggiungere e anche superare Ferrari e Red Bull, il pilota inglese ne è sicuro. Ha grande fiducia nella scuderia di Brackley, che non a caso ha vinto gli ultimi otto mondiali costruttori in F1 e che sicuramente ha le risorse per poter migliorare la propria situazione.

Russell aggiunge di essere consapevole che la concorrenza non starà affatto immobile mentre le Frecce d’Argento si impegneranno a fare progressi: “Sappiamo che anche Ferrari e Red Bull miglioreranno e non è se recuperassimo sei decimi poi loro non riusciranno a migliorare di altri sei. In Formula 1 le cose cambiano velocemente”.

Il Mondiale 2022 è molto interessante e la battaglia sugli sviluppi andrà seguita, anche perché avrà il limite del budget cap e di conseguenza i team non potranno spendere all’infinito per migliorare.

Impostazioni privacy