Leclerc, il giudizio è netto: “La Red Bull lo ha chiarito”

Charles Leclerc commenta le mosse dei rivali della Red Bull e dà un giudizio netto sui rivali: “Lo ha chiarito”

Strade diverse: la Ferrari e la Red Bull sembrano voler imboccare dei percorsi divergenti. Lo hanno già fatto nel progettare le vetture del 2022, lo ripetono anche nella strategia da adottare in pista.

Leclerc
Leclerc © LaPresse

Attualmente la monoposto austriaca è quella più in forza con il triplo successo consecutivo di Max Verstappen tra Imola, Miami e Barcellona. La Ferrari in Spagna ha portato diverse novità che hanno dato frutti dal punto di vista prestazionale, non sfruttati però a causa del problema alla power unit che ha costretto Leclerc al ritiro. Proprio il pilota monegasco è atteso ora da un appuntamento particolarmente sentito: il GP di casa. Una gara alla quale ci si avvicina nella consapevolezza che sarà ancora una volta un duello Verstappen e Leclerc, mentre Perez e Sainz hanno dimostrato di non riuscire a tenere il passo dei compagni di scuderia.

In realtà il messicano sembrava potercela fare a Barcellona, prima che dai box gli arrivasse l’invito a lasciar passare Verstappen. Proprio sugli ordini di scuderia si è espresso Leclerc, mostrando le idee chiare a tal riguardo.

Leclerc, idee chiare sugli ordini di scuderia: “Non ne abbiamo parlato”

Leclerc e Sainz
Leclerc e Sainz © LaPresse

In alcune dichiarazioni riportate da ‘Sky Sports’, Leclerc ha commentato la possibilità che anche la Ferrari favorisca un pilota rispetto ad un altro.

La Red Bull ha chiarito che intenzioni hanno, io con Binotto non ho mai parlato di ordini di scuderia“. Anzi, il monegasco si dice convinto che presto Sainz si unirà alla lotta tra lui e Verstappen: “Credo che per Carlos sarà soltanto una questione di tempo e lo vedremo lottare con noi: si troverà più a suo agio con la monoposto“.

Leclerc però è convinto di non aver bisogno che la scuderia intervenga: “Non voglio fare affidamento su questo, voglio concentrarmi soltanto sul mio lavoro in macchina“. Per il pilota numero 16 la realtà è che “se saremo abbastanza forti, abbiamo già dimostrato di poter vincere le gare“. Ed allora non serviranno ordini di scuderia per Leclerc che è pronto a prendersi in pista a Montecarlo ciò che la sfortuna gli ha tolto a Barcellona.