Alonso, ha un obiettivo ambizioso: “Diventerei irraggiungibile”

Fernando Alonso tra passato, presente e futuro: lo spagnolo ha le idee chiare su quel che saranno le sue prossime mosse

Non lascia, anzi raddoppia Fernando Alonso. Il pilota spagnolo non ha ancora nessuna intenzione di mollare nonostante i 41 anni.

Alonso
Alonso © LaPresse

Anzi, nella sua testa ci sono ancora traguardi ambiziosi da raggiungere. Lo dice in un’intervista al ‘Corriere dello Sport’ in cui analizza la situazione e domanda: “Finché sono competitivo e non patisco i viaggi, perché dovrei fermarmi?“.

Non ha intenzione di farlo il due volte campione del mondo che racconta la sua carriera, tra amicizia, obiettivi e decisioni in arrivo. Le amicizie come quelle con la famiglia Sainz, padre e figlio. Per Carlos chiede tempo e respinge la rivalità tra lui e Leclerc: “Un giorno Sainz potrà valere quanto Charles ma occorre dare tempo ad entrambi perché hanno margini di crescita. Nel 2021 non avevano una macchina competitiva, ora è al top. Charles si è adattato un po’ meglio – spiega Alonso – , ma neanche lui è ancora al cento per cento. Ha vinto qualche gran premio in Formula 1 ma non è un campione del mondo, non ancora almeno“. Potrà diventarlo però, perché la Ferrari ha la macchina per vincere il Mondiale “ma vediamo se lo sarà anche la squadra” afferma Alonso.

Alonso ha un obiettivo: “Diventerei irraggiungibile”

Fernando Alonso
Alonso © LaPresse

Dal presente della Ferrari al suo futuro. Il pilota Alpine afferma di voler correre in Formula 1 ancora due anni, anche se tutto sarà deciso nei prossimi mesi:  “Vorrei continuare almeno due anni, ma ogni decisione arriverà dopo l’estate. In Alpine? Avrebbe un senso, ma vediamo quali altre opzioni ci sono“.

Due anni ancora in Formula 1 e poi un obiettivo al quale Alonso non ha intenzione di rinunciare: “Il mio conto con la Dakar è rimasto sospeso: grande sfida dal punto di vista umano, bella gente. Se riuscirò a vincerla, farò qualcosa di irraggiungibile per i piloti del futuro“. E a proposito di piloti, il 41enne asturiano non ha dubbi su quali sceglierebbe se avesse un team proprio: “Fernando Alonso e Lewis Hamilton, perché sono quelli con più esperienza“.