Ferrari, Ecclestone è categorico: riuscire a farlo è davvero impossibile

Bernie Ecclestone commenta la situazione in casa Ferrari e non risparmia un giudizio pesantemente negativo alla Rossa

Un secondo posto che non ha il sapore dolce di inizio anno. La Ferrari con Sainz non è riuscita a finire davanti a Verstappen, nella domenica in cui Charles Leclerc ha dovuto partire dal penultimo posto, risalendo fino alla quinta piazza.

Leclerc
Leclerc © LaPresse

La gara del Canada, quindi, ha visto allungare ulteriormente in classifica l’olandese, mentre a Maranello mostrano moderato ottimismo per aver ridotto un po’ il distacco nella graduatoria dedicata ai costruttori, grazie al ritiro di Sergio Perez. Certo, considerate le prime tre gare e analizzando i successivi GP, la supremazia della Red Bull – almeno dal punto di vista dei risultati – appare chiara.

Sette vittorie (sei per Verstappen, una per Perez) su nove gare danno l’idea di quanto la scuderia austriaca abbia saputo sfruttare al meglio i problemi accusati dalla Ferrari. A Maranello però non hanno intenzione di gettare la spugna, anzi Leclerc ha professato ottimista e ha affermato di credere ancora alla rimonta Mondiale. Non la pensa così Bernie Ecclestone, ex numero uno della F1, che ha ‘bocciato’ la Rossa in maniera molto netta.

Ferrari, Ecclestone non ha dubbi: “A mani vuote chi scommette su Leclerc”

Ecclestone
Ecclestone © LaPresse

Bernie Ecclestone in un’intervista a ‘Blick’ ha detto al sua sul mondiale di F1 e in particolare si è soffermato sul momento della Ferrari con un giudizio chiaro: “Personalmente, come molti, speravo in una vittoria della Rossa dopo quattordici anni, ma attualmente lo vedo come uno scenario difficile, quasi impossibile“. Per Ecclestone scommettere su Leclerc è come perdere soldi: “Sono convinto che chi scommesse su Ferrari e Leclerc oggi, resterebbe a mani vuote“.

Il motivo di questa convinzione è spiegato dallo stesso Ecclestone nel continuo dell’intervista: “In Ferrari purtroppo stanno ricominciando a fare errori gravi. L’affidabilità delle ultime gare ricorda quella degli anni precedenti e anche i piloti non hanno più la sicurezza messa in mostra ad inizio campionato“.

Il tutto ha avuto come conseguenza l’allungo di Verstappen: “Si sta divertendo a guidare la Red Bull e questo ha portato alle sei vittorie“. Per la Ferrari quindi un motivo in più per rilanciarsi: provare a smentire il pronostico di Ecclestone.