Verstappen, il giudizio è una ‘sentenza’: Leclerc è avvisato

Esalta Verstappen ma fa anche un sorprendente pronostico in vista del GP di Silverstone: il giudizio di Marko è una sentenza

Helmut Marko non risparmia i complimenti a Max Verstappen. Del resto, il campione del Mondo non fa nulla per attirare su di sé critiche invece di elogi. Come potrebbe essere altrimenti per chi è sbarcato in Formula 1 con la fama di vincente ed ha dimostrato in pista di esserlo davvero.

Verstappen
Verstappen © LaPresse

Verstappen la stoffa del campione l’ha avuta fin da piccolo ed ora raccoglie i frutti del suo lavoro e del suo talento. Così dalla Red Bull piovono elogi, come quelli che Marko gli fa nel corso di un’intervista alla ‘Kronen Zeitung’.

Il consigliere della scuderia austriaca è chiaro sul talento di Verstappen: “Non mi sorprende che sia il favorito. Nella sua testa è sempre un passo avanti. Può gareggiare sotto pressione ma conserva una visione d’insieme e così facendo sa come gestire gomme e freni“.

Nell’analisi di Marko, Verstappen ha una capacità diversa rispetto agli altri piloti: guardare sempre un passo avanti. “E’ mentalmente moto forte. Se prende una curva al limite, la dimentica subito: nella sua mente è già alla curva successiva“.

Verstappen, Marko è convinto: “E’ un passo avanti agli altri”

Marko
Marko © LaPresse

Secondo  Marko, il pilota olandese ha la capacità di prendere subito confidenza con la pista: “A differenza degli altri, non ha bisogno di abituarsi  – spiega l’ex pilota –. Entra in pista ed è subito un secondo più veloce di tutti gli altri“.

Questo lo rende ovviamente molto competitivo anche in qualifica, così come la sua capacità di saper guidare sul bagnato: “Se piove – dice Marko – abbiamo il miglior jolly possibile“. Lo stesso manager si sofferma poi sulla lotta mondiale con la Ferrari e spiega che a decidere saranno i dettagli, parlando di “duello alla pari“.

A vincere a Silverstone potrebbe però essere un’altra vettura: “La Mercedes potrebbe essere la grande vincitrice qui, è una pista che gli si adatta bene“. Lo si è visto anche lo scorso anno quando Lewis Hamilton vinse dopo l’incidente con Verstappen: “Brutti ricordi, è ancora nella nostra mente“.