Ecco il primo treno progettato da Pininfarina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56
Ecco il primo treno progettato da Pininfarina
Ecco il primo treno progettato da Pininfarina (Foto: Topgear)

Ecco il primo treno progettato da Pininfarina, il Goldenpass Express.

Cosa ne diresti di una hypercar completamente elettrica capace di generare una potenza di 1.900 CV? Per Pininfarina la risposta è stata semplice: progettare un treno, ovviamente.

Ora, questo può sembrare un ambito fuori dall’ordinario per uno dei più grandi designer di automobili mondiali, ma l’azienda di stile italiana ha in realtà un bel po’ di storia nel settore ferroviario. Pininfarina è stata responsabile della fabbricazione di treni ad alta velocità sia in Italia che in Spagna, nonché di treni standard per le ferrovie svizzere, danesi e norvegesi. Oltre a questo, hanno progettato anche il sistema di metropolitana leggera a Lille e una serie di tram che sono ancora utilizzati in varie città d’Italia, Grecia, Svezia e Turchia. Tanto per dire.

E per rimanere nell’ambito ferroviario, Pininfarina ha fattivamente messo le mani nel restyling dei treni Eurostar quando sono stati aggiornati nel 2014.

Ad ogni modo, la sua ultima creazione si chiama The Goldenpass Express ed è molto “vetroso”.

Questo per consentire di avere la massima visibilità dall’interno delle bellezze naturalistiche nelle lunghe tratte in cui viene utilizzato, tra le piste montuose della Svizzera – Montreux, Gstaad e Interlaken – tra le più belle destinazioni turistiche del centro Europa.

Il Goldenpass entrerà in funzione nel dicembre 2020 e dovrebbe trasportare la bellezza di 4 milioni di turisti all’anno per la compagnia ferroviaria MOB (Montreux Oberland Bernese). I principali giornalisti ferroviari hanno già riferito che il Goldenpass “si comporta come i normali treni su rotaia”.

Il Goldenpass Express è un gioiello di ingegneria. Pininfarina ha utilizzato un sistema a scartamento variabile, il che significa che il treno potrà passare da una rotaia di 1 metro ad una di 1.43 m, adattandosi in pochi secondi allo “switch”. Un vero passo avanti.