Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen

18
Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen
Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen (Foto: Coches.com)

Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen che prende spunto dallo storico “Maggiolino”.

L’immaginazione non ha limiti. Il riutilizzo di vecchie parti di automobili per dare vita ad altri modelli è sempre stato all’ordine del giorno, ma utilizzarli per creare una minimoto? Diciamo che è qualcosa che non si vede molto spesso. Il Volkspod è un buon esempio di ciò che può essere fatto con un po’ di ingegnosità e parti di un classico Maggiolino Volkswagen.

Brent Walter, che si definisce il “produttore e costruttore di una grande varietà di cose”, è stato l’autore di questa mini-foto ispirata al Maggiolino Tipo 1. Brent ha preso il parafango bulboso da ogni estremità dell’auto per dar vita alla due ruote.

Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen: il corpo della moto

Ogni esemplare è dotato di un faro anteriore e posteriore della macchina “donatrice“, quindi quando due “Volkspod” si uniscono, possono costituire quasi un’auto completa.

Non ci sono molti dettagli tecnici su questa creazione, ma sappiamo che sotto la pelle c’è un telaio personalizzato che ospita un motore da 79 cc. Probabilmente ha lo stesso (o più) rapporto peso / potenza del Maggiolino originale. Quando fu lanciato nel 1936, il “Beetle” aveva un blocco di quattro cilindri opposti (boxer) da 986 cc e 22,5 CV. Nel 1941 aumentò la sua cilindrata a 1.131 cc e 31 CV, a 1.600 cc e 50 CV nei 70.

Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen (Foto: Carsguide.com)

Questo piccolo scooter che sembra uscito fuori dagli anni ’90, sfrutta le linee semplici delle pinne per integrare un ampio manubrio (molto simile a quello di una bicicletta). Simile al Ciclope, o a Mike Wazowski del film Monsters, S.A. (2001), il “Volkspod” ha un fascino molto eccentrico. Al momento, è disponibile nei toni dell’originale Beetle: verde betulla e blu pastello. Naturalmente, questa creazione potrebbe essere la minimoto più vintage che si possa trovare in giro.

Essendo una delle auto che sono state in produzione per il più lungo tempo (1936-2003), le sue forme arrotondate e la struttura lo hanno reso un classico che ha guadagnato lo status di un’icona. L’ultima copia tedesca lasciò Wolfsburg il 19 gennaio 1978. Successivamente, furono fabbricati solo negli stabilimenti messicani di Puebla. Quando il New Beetle uscì nel 2000, circa 22 milioni erano già stati prodotti in tutto il mondo.

Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen
Volkspod, la nuova minimoto Volkswagen (Foto: interestingengineering)