Europa: Mercato auto partenza da incubo, vendite a -7,4%

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:11
99

1.135.116 auto immatricolate a Gennaio 2020 in Europa, dati raccolti da Acea (Associazione Costruttori Europei dell’Auto).

Europa
Europa: Mercato auto partenza da incubo, vendite a -7,4% (Foto: Getty)

Europa: Inizio da brivido per il mercato Europeo dell’automobile, calo vistoso del 7,4% e il gruppo FCA non è da meglio registrando un – 6,7% nel mese di Gennaio 2020.

Anche se nel complesso FCA migliora i suoi risultati rispetto al mercato in generale, registrando un aumento di quota per i marchi Fiat dello 0,3% e dello 0,1% per Lancia.

Con 47.200 vetture Fiat nel mese di Gennaio 2020 ottiene una quota del 4,2%, rispetto al 3,9 di 1 anno fa.

Fiat Panda e Fiat 500 ancora una volta sono leader del segmento A, con una quota del 37,6%, con Panda che risulta essere l’auto più venduta con le sue 16.900 immatricolazioni e una quota pari al 20,4%.

Subito dietro alla Fiat Panda troviamo la 500 che vanta più di 14 mila immatricolazioni, aumentando così le vendite del 12,5%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE… Gruppo FCA: Chiusura stabilimenti in Serbia causa Coronavirus

Il calo di vendite europeo nel mese di Gennaio trova le sue ragioni secondo il centro studi Promotor nella “forzatura” di vendita nel mese di dicembre 2019 delle scorte di magazzino, difficilmente vendibili nell’anno nuovo per il discorso delle emissioni.

Europa
Per le auto elettriche dove la richiesta ci sarebbe anche ma la capacità dei singoli stati tranne rare eccezioni di garantire il rifornimento è ancora distante da uno std qualitativo accettabile (Foto: Getty)

Discorso da fare anche per le auto elettriche, dove la richiesta ci sarebbe anche ma la capacità dei singoli stati tranne rare eccezioni di garantire il rifornimento è ancora distante da uno std qualitativo accettabile.

L’influenza del Coronavirus e tutti i bruschi stop dovuti alla sua minaccia in svariati stabilimenti in tutto il mondo non ha di certo aiutato.

Nei maggiori mercati europei il calo più vistoso si è registrato in Francia -13,4%, meno grave il calo in Germania -7,3% come per il Regno Unito, per la Spagna invece il mese di Gennaio ha fatto registrare un -7,6%.

Paolo Scuderi presidente dell’Anfia sottolinea che tra i fattori di questa flessione sia da includere anche l’uscita dalla UE del Regno Unito.

Inoltre è da prendere in esame la contrazione delle auto alimentate a diesel, dove nella maggior parte delle nazioni europee i cali sono stati vistosi, e anche se questo ha fatto aumentare la vendita delle auto con alimentazioni alternative non si è riusciti a pareggiare tale contrazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE… Salone di Ginevra: Informazioni utili per prevenire il Coronavirus