Coronavirus, mercato moto: per ora è crisi, ma in estate migliorerà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:47
81

Il Coronavirus influisce negativamente anche sul mercato delle moto, oltre ai tanti settori coinvolti. Tuttavia, è prevista una ripresa in estate.

Coronavirus mercato moto
(Getty Images)

Non sta attraversando una bella situazione anche il mercato delle moto in Italia a causa del Coronavirus. Infatti, lo scenario più probabile vedrebbe un calo delle vendite del 60% nel primo semestre 2020. Tuttavia, le previsioni dicono che in estate potrebbe esserci una ripresa, che porterebbe a chiudere quest’anno con un -30%, considerato accettabile dagli addetti al settore. Questo è il frutto del lavoro svolto da Motorcycles Data, analista del mercato delle due-ruote, che ha disegnato uno scenario sicuramente difficile, ma non irrecuperabile per l’ambito del nostro Paese. Infatti, si prevede una ripresa delle produzioni intorno alla metà di maggio, con un conseguente ritorno alla normalità ad agosto per quanto concerne le vendite. Se l’analisi fosse corretta, quindi, il 2020 si chiuderebbe con 185.000 immatricolazioni, registrando un calo del 29% rispetto all’anno passato (260.353 tra moto e scooter venduti nel 2019).

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Decreto Cura Italia: scontenti nel settore auto. Chieste modifiche

Coronavirus, mercato moto: brusco stop dopo la crescita degli ultimi anni

Coronavirus mercato moto
Stabilimento Ducati (Getty Images)

Negli ultimi cinque anni, il mercato delle moto in Italia aveva fatto registrare una crescita costante. Infatti, dopo il +5% del 2019 rispetto al 2018, anche il 2020 era partito bene, per poi fermarsi verso la fine di febbraio, ovvero quando è scoppiato il Coronavirus nel nostro Paese. Nei primi due mesi di quest’anno, erano stati immatricolati ben 36.489 mezzi a due ruote, più del 9% in confronto allo stesso periodo dell’anno passato. Tuttavia, dieci giorni dopo sono stati chiusi dal Governo i rivenditori, così come si son fermati gli stabilimenti di produzione, con un’influenza negativa sulle vendite. Quindi, la crisi per il mercato moto in Italia durerà un altro po’ e porterà a chiudere il semestre con un -60%. Però, le manovre governative di sostegno e l’inevitabile ripresa alla normalità farà rialzare il settore verso agosto e che lo porterebbe a chiudere l’ultimo trimestre annuale in aumento del 30% rispetto allo stesso periodo del 2019.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, crisi taxi: ecco cosa si sono inventati a Roma per uscirne