Spostamenti in Auto e Moto: multe e sanzioni anche con Fase 3, cosa si rischia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:49

Da ieri mercoledì 3 giugno è concesso muoversi tra regioni. Novità e possibile sanzioni per quanto riguarda spostamenti in auto, moto e scooter

spostamenti auto moto
Spostamenti in auto, moto e scooter: cosa cambia dal 3 giugno (Getty Images)

Dopo mesi di lockdown e spostamenti vietati, l’Italia è finalmente ripartita a pieno regime. Il primo step risale al 18 maggio, data dopo la quale è caduto l’obbligo dell’autocertificazione, dando la possibilità alle persone di muoversi all’interno della propria regione senza comprovati motivi. Da ieri mercoledì 3 giugno, invece, l’allentamento è stato esteso anche per gli spostamenti interregionali.

Con queste concessioni, il Governo ha comunicato anche alcune novità circa l’utilizzo di automobili, moto e scooter. Per quanto riguarda i veicoli a quattro ruote, permangono i divieti precedentemente comunicati. È possibile il trasporto di persone non conviventi, purché si seggano nella parte posteriore dell’auto, lanciando il posto in mezzo libero. Rimane anche l’obbligo, per tutti i passeggeri, di indossare la mascherina per tutto il viaggio. Se si tratta di conviventi o familiari, invece, non vi è alcuna regola restrittiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spostamenti tra Regioni, turisti tracciati e non solo: cosa cambia dal 3 giugno

Spostamenti su mezzi privati, i divieti per veicoli a due ruote e le possibili multe

spostamenti auto moto
Le novità e le possibili sanzioni (Getty Images)

Per quanto riguarda gli spostamenti su moto e scooter, il Governo è stato molto meno chiaro rispetto alle auto. In realtà, le ultime Faq non danno particolari aggiornamenti rispetto a quanto già detto, forse per non penalizzare un mezzo utile a distribuire meglio il traffico cittadino. Di sicuro, per chi guida da solo non c’è l’obbligo di mascherina. Questo dovrebbe scattare in caso in sella ci sia un passeggero non convivente, soprattutto se viaggia con un casco non integrale.

Infine, un discorso diverso va fatto per le possibili sanzioni. Come riportato da Il Sole 24 ore, le regole sopra elencate sono attualmente esenti da multe vere e proprie. Si tratta di semplici accorgimenti utili per evitare che il contagio si diffonda. Dal punto di vista giuridico, invece, al momento solamente il mancato utilizzo della mascherina è punibile con sanzioni da 533 euro, riducibili a 373 col pagamento entro cinque giorni. Le multe per il mancato distanziamento, invece, valgono al momento solamente per i mezzi pubblici.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Ztl e Strisce Blu: le novità a Milano, Roma e altre città con la Fase 3