GP Stiria, Mercedes smentisce che la livrea nera riscaldi troppo il motore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

Non sono sfuggiti a Spielberg i problemi di surriscaldamento della Mercedes che nell’appuntamento del GP di Stiria dovrà risolvere queste problematiche per evitare altre sorprese.

La Mercedes W11W11 con cui Toto Wolff insegue il settimo titolo costruttori da team principal
La Mercedes W11W11 con cui Toto Wolff insegue il settimo titolo costruttori da team principal (Getty Images)

Il team tedesco ha precisato che i problemi di temperatura eccessivamente alta riscontrati durante il GP d’Austria non riguardano il colore dell’auto. Pur ammettendo che i problemi sono stati corretti con mappature più caute nella fase finale della prova.

GP Stiria, il nero scalda

Ce lo insegnano fin da piccoli: il nero è elegante, sfina le persone un po’ sovrappeso ma attira i raggi del sole e dunque potrebbe accumulare calore. Tanto che in molti si sono chiesti se non sia stata proprio la nuova livrea nera della Mercedes a causare il surriscaldamento delle vetture di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas nel finale della prima prova stagionale.

Il team Mercedes Formula 1 ieri ha respinto questa ipotesi. La nuova livrea ispirata al movimento Dark Lives Matter non ha alcun effetto sulle temperature e prestazioni della vettura.

Secondo il direttore strategico della Mercedes James Vowles non c’è alcun riscontro che il mantello nero abbia alzato le temperature delle due auto. D’altronde anche negli ultimi anni la Mercedes aveva sempre incontrato qualche problema nel gestire il surriscaldamento.

LEGGI ANCHE > GP Stiria, Hamilton nervoso e stizzito in conferenza: “Sono già concentrato”

Mercedes: chi è Toto Wolff, il manager più vincente della Formula 1
Toto Wolff, il manager più vincente della Formula 1 (Getty Images)

Mantello nero con rivestimento in argento

James Vowles ha spiegato che a proteggere il motore, sotto il cofano, c’è uno spesso rivestimento in argento che serve a disperdere il calore esterno: “Abbiamo studiato la cosa con molta attenzione durante il debrief di mercoledì e, analizzando tutti i dati, abbiamo concluso che non c’è alcuna relazione tra il colore esterno della nuova livrea nera con il surriscaldamento del motore. Il rivestimento d’argento posizionato sotto il cofano serve proprio a scongiurare questo tipo di problema. La realtà delle cose è che la livrea nera o un colore più chiaro avrebbero effetti comunque trascurabili sulle temperature del radiatore, del motore e di tutti i nostri sistemi elettronici”.

Anche Toto Wolff in settimana era tornato sulla questione con qualche messaggio un po’ meno accomodante: “Gli effetti della nuova livrea potrebbero portare qualche conseguenza alla quale non siamo preparati. Tuttacia abbiamo competenze ed esperienza per non compromettere la funzionalità della vettura. Il nostro team dà grande importanza alla messaggistica e al marketing. Ma sono certo che la priorità per tutti siano la le prestazioni e se queste vengono compromesse sensibilmente saremo pronti a fare altre valutazioni”.

La Mercedes tuttavia ha confermato che la livrea nera sarà il colore ufficiale del team per tutta la stagione 2020, un ruolo chiave nella campagna We Race As One voluta dalla di Formula 1 ed è stata una figura centrale nella messaggistica di End Racism sulla griglia di partenza.

LEGGI ANCHE >“Hamilton, il suo stipendio è una vergogna”: Grosjean attacca la Mercedes