Bugatti Type 59 del 1934 all’asta: prezzo record per un modello “unico” – Foto

Un raro esemplare di Bugatti Type 59 è stata messa all’asta dalla nota casa di vendite all’incanto Gooding & Company: il prezzo è da capogiro.

Bugatti Type 59
La Bugatti Type 59 in vendita (Wikimedia Commons)

Più unico che raro il modello di Bugatti Type 59 messo all’asta dalla Gooding & Company all’interno del lotto Passion of a Life time. Un esemplare dell’iconica auto, che dominò il campionato di F1 nella prima metà degli anni ’30, ora potrebbe entrare a far parte del parco auto di qualche facoltoso collezionista.

Già, facoltoso perché la base d’asta parte da oltre 13 milioni di dollari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ferrari 488 Spider, un esemplare personalizzato all’asta: lo strano prezzo

Bugatti Type 59 Sport del 1934 all’asta per oltre 11 milioni di euro: le caratteristiche

L’esemplare di Bugatti Type 59 che sarà venduto all’asta di strada ne ha percorsa. Il tempo e l’esperienza maturata sul campo sono ben evidenti. Eppure questo non ne diminuisce il valore, anzi lo fanno accrescere. L’iconica auto che nel campionato di F1 del 1934 ha molto fatto parlare di sé è stata messa all’asta dalla casa Gooding & Company all’interno del lotto Passion of a Life time. Il prezzo di partenza è notevole dato che è fissato ad oltre 10 milioni di sterline, ossia 11,2 milioni di euro. Una cifra esorbitante, ma giustificata dalle caratteristiche e soprattutto dalla storia del veicolo.

La Bugatti Type 59 in vendita è equipaggiata con un motore otto cilindri in linea da 3,25 litri con due carburatori Zenith ed in grado di erogare 250 cavalli, un vero bolide per l’epoca. Inoltre l’auto è dotata di una trasmissione manuale a 4 velocità e freni a tamburo. Il prestigioso modello, stando alla casa d’aste, apparteneva al team Bugatti Works Grand Prix che prese parte alle stagioni 1934 e 1935 di Formula 1. Alla sua guida il pilota René Dreyfus che conquistò l’ultimo gradino del podio al Gran Premio di Monaco ed il primo posto al Gran Premio del Belgio a Spa.

Ritirata dalla Formula, l’auto venne modificata per competere in altri eventi sportivi e, con alla guida Jean-Pierre Wimille, divenne l’auto sportiva più veloce in Francia nel 1937. L’anno successivo la Bugatti venne ritirata da tutte le competizioni automobilistiche e venne venduta al re Leopoldo III del Belgio, grande appassionato d’auto. Prima di essere acquistata dalla casa d’aste, il bolide è stato posseduto da altri quattro proprietari, senza mai essere restaurata.

Una storia ed una condizione che rendono, secondo la casa d’aste, la Type 59, una delle Bugatti più originali e significative ad oggi esistenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bugatti Baby II, l’auto giocattolo che costa come una vera – Video