Leclerc e il rapporto con Vettel, Charles svela un retroscena

Leclerc e il rapporto con Vettel, Charles svela un retroscena. Il monegasco ha raccontato del primo periodo in cui condivideva il box con il quattro volte campione del mondo

Leclerc
Leclerc e il rapporto con Vettel, Charles svela un retroscena (Foto: Getty)

Charles Leclerc è considerato da tutti uno dei talenti più fulgidi della nuova generazione di piloti di Formula 1. Con Verstappen e Lando Norris si giocherà probabilmente i mondiali del futuro, monoposto competitiva permettendo. L’arrivo in Ferrari nel 2019 ha mostrato subito il suo reale potenziale, con due vittorie e ben 7 pole position, accompagnate da 10 podi complessivi. Il driver monegasco ha però recentemente rivelato di essersi sentito intimidito dal quattro volte iridato Sebastian Vettel quando è entrato per la prima volta nel box della Ferrari lo scorso anno.

All’inizio della mia permanenza in Ferrari mi sono sentito piuttosto intimidito, dato che condividevo il team con un grande campione come Seb“.

Come si legge su Marca.com, Charles reputa il tutto piuttosto normale, visto anche il suo carattere: “Penso sia normale avere un atteggiamento del genere all’inizio, è una questione di rispetto. Devo dire che poi conoscendolo Seb è un ragazzo molto simpatico e alla mano”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ferrari, Binotto sprona Leclerc: “Deve crescere, è un ragazzino”

Leclerc e il rapporto con Vettel: “All’inizio ero intimidito”

Vettel
Leclerc e il rapporto con Vettel, Charles svela un retroscena (Foto: Getty)

Nonostante le schermaglie in pista Leclerc racconta: “Siamo andati molto d’accordo fin dall’inizio. C’è una competitività che gioca un ruolo importante nel nostro rapporto ma non cambia mai il modo in cui ci parliamo. Questa è sempre stata una buona cosa”.

Lo stesso Charles ha ammesso che si sono stati momenti “un po’ difficili”, come ad esempio il Gran Premio del Brasile con l’incredibile collisione alla fine del primo settore. Un doppio ritiro che è stato bissato anche dal GP di Stiria di quest’anno, con un pizzico di responsabilità in più proprio del monegasco.

La Ferrari ha comunque tagliato la testa al toro consegnando le chiavi del proprio futuro a Leclerc e tagliando Vettel, costretto a migrare verso l’Aston Martin. I prossimi anni dovranno confermare quanto di buono è riuscito a fare il numero 16, con una monoposto che dovrà essere all’altezza del suo talento. L’arrivo di Carlos Sainz lo metterà nelle migliori condizioni per costruire un team in piena armonia, in grado di tornare realmente competitivo a partire dal 2022.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> F1 GP Mugello, Leclerc: “Sono ancora motivato, qualcosa deve cambiare”

Impostazioni privacy