Viaggi in Aereo, idea passaporto sanitario: il test nella tratta Roma-New York

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Nella tratta Roma-New York a Fiumicino si sta adottando da qualche giorno il passaporto digitale per poter effettuare i Viaggi in Aereo in assoluta sicurezza.

viaggi in Aereo
Aereo Alitalia (Foto: Getty Images)

La pandemia e le misure restrittive che sono state adottate praticamente su scala mondiale hanno inevitabilmente avuto un effetto evidente sui trasporti. Particolarmente colpite sono state soprattutto le compagnie aeree, soprattutto per quanto riguarda i viaggi oltreoceano. La situazione non sembra essere però destinata a cambiare in tempi rapidi nemmeno ora che è iniziata la campagna vaccinale contro il Covid-19; sono infatti ancora troppe le persone che decidono di spostarsi solo se estremamente necessario per timore di andare incontro a un eventuale contagio.

Al momento è il pessimismo lo stato d’animo che prevale tra gli operatori del settore. Il calo è apparso evidente soprattutto durante le feste, fase in cui molti approfittavano di questo periodo per allontanarsi almeno parzialmente dalla routine quotidiana e trascorrere qualche giorno al caldo. Fare previsioni resta comunque difficile visto che i vaccini proseguono ovviamente a ritmo diverso a seconda dei Paesi e non si sa ancora quali siano le condizioni da rispettare quando si avrà la necessità di spostarsi.

viaggi in aereo
Aereo prima di un decollo (Foto: Getty Images9

Potrebbe interessarti – Viaggi in aereo senza mascherina: la decisione di una compagnia aerea

Viaggi in aereo: cosa dobbiamo aspettarci dalle compagnie per spostarsi in sicurezza

La Iata (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) non vuole comunque farsi trovare impreparata sta così pensando a una soluzione alternativa rispetto alla quarantena. L’idea alla base è quella di sottoporre i passeggeri a test rapidi prima di salire a bordo: la diagnosi di un eventuale caso di positività arriverebbe così velocemente e si avrebbe così modo di spostarsi in sicurezza.

Ma non ci si limiterebbe a questo. Si punta infatti ad affiancare un certificato digitale, che servirebbe a dimostrare la propria negatività.

Non si tratta comunque di una novità assoluta, ma di cui si parla ormai da qualche tempo e che si sta iniziando ad applicare da qualche giorno proprio in Italia. A sperimentarne gli effetti è Alitalia, sulla tratta che collega Roma a New York. Il sistema che si sta eseguendo si basa sull’utilizzo di una app che prende il nome Aokpass, sviluppata dalla Camera di commercio internazionale (Icc). Sullo smartphone si sfrutta un codice Qr, che serve proprio a memorizzare l’esito negativo del test antigenico. A svolgere questo compito sarebbero proprio gli assistenti presenti nello scalo romano: una volta arrivati sul posto, possono scannerizzare il codice e verificare la situazione di ognuno. Questo assicurerebbe di potersi spostare in assoluta sicurezza nella Grande Mela.

Quello che si sta effettuando ora con tre voli a settimana Roma-New York rappresenta un test, ma non vuole restare tale. Secondo quanto rilevato da Wired, infatti, l’idea è quella di utilizzare questa procedura anche su altri percorsi in modo tale da aiutare anche le compagnie aeree in questa difficile fase di ripartenza. Per far sì che l’economia su scala mondiale possa davvero risollevarsi dalla crisi vissuta in questi mesi è quanto mai importante sbloccare i viaggi d’affari.