Formula 1, Pirelli fornitore fino al 2024: i dettagli dell’accordo

Formula 1, Pirelli fornitore fino al 2024: i dettagli dell’accordo. L’azienda italiana ha esteso il precedente contratto in scadenza nel 2023

Pirelli F1
Formula 1, Pirelli fornitore fino al 2024: i dettagli dell’accordo (foto: Getty)

Il monopolio della Pirelli nel Mondiale di Formula 1 proseguirà fino al 2024. La casa produttrice di pneumatici ha esteso il suo accordo con il Circus di un altro anno, con il precedente accordo in scadenza nel 2023. L’ingresso dell’azienda italiana nel paddock è datato 2011, quando prese il posto della Bridgestone. L’era del dualismo con Michelin era alle spalle e si decise di intraprendere un percorso più stabile, con carte uguali per tutti. L’importanza delle gomme in F1 è sempre stata di primissimo piano e con il passare degli anni si è cercato di ravvivare la competizione con mescole più morbide e alternanza obbligatoria in gara. Tra alti e bassi il lavoro della Pirelli è stato apprezzato dalle varie scuderie, che hanno esposto feedback positivi alla proposta di estensione del contratto.

Siamo molto orgogliosi della nostra partnership con Pirelli e li ringraziamo per il loro approccio costruttivo e la volontà di rimanere ancora a lungo con noi“, ha detto il CEO di Formula 1 Stefano Domenicali.

Pirelli è molto consapevole del ruolo strategico che hanno le gomme in F1. Sappiamo che stanno lavorando molto duramente per fare in modo che i loro prodotti rappresentino il miglior equilibrio tra prestazioni e durata nel nuovo contesto tecnico.

Attendiamo con impazienza l’inizio della stagione 2021 e siamo tutti entusiasti che le nuove auto e i nuovi pneumatici da 18 pollici potranno esordire con i nuovi regolamenti nel 2022“.

LEGGI ANCHE >>> Vettel “avvisa” la Ferrari: l’obiettivo di Seb per il Mondiale 2021

Formula 1, Pirelli fornitore fino al 2024: la soddisfazione di Jean Todt

Jean Todt
Formula 1, Pirelli fornitore fino al 2024: la soddisfazione di Jean Todt (Foto: Getty)

Le nuove monoposto del 2022 avranno anche nuovi pneumatici, con misure differenti e una sfida per tutte le scuderie. Il rimescolamento delle carte è stato rinviato di un anno per gli effetti della pandemia di Covid-19 e ha permesso alla stessa Pirelli di testare con più calma le coperture del futuro.

Sul prolungamento dell’accordo si è espresso anche il presidente della FIA, Jean Todt.

Voglio ringraziare la Formula 1 e Pirelli per la loro collaborazione, flessibilità e impegno per il nostro sport durante questo periodo così difficile“.

Il Covid ci ha presentato sfide significative in tutti gli aspetti delle nostre attività, ma lavorando insieme in modo sensato e pragmatico, siamo stati in grado di garantire che la stabilità e la forza a lungo termine della Formula 1 rimangano intatte.

Il passaggio a ruote e pneumatici da 18 pollici fornirà sicuramente un’immagine più entusiasmante per le vetture di Formula 1, ma ha anche presentato una sfida tecnica significativa e ricca di investimenti per la Pirelli. Alla luce di ciò, e del necessario rinvio delle nuove normative a seguito della pandemia, è logico estendere di conseguenza la loro fornitura almeno per un altro anno“, conclude Todt.