Ferrari, duello Sainz-Leclerc: il “pronostico” dell’ex campione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:15

Carlos Sainz in Ferrari dovrà dimostrare di essere al livello di Charles Leclerc. Secondo Jenson Button, l’ex pilota McLaren ce la farà.

Carlos Sainz Charles Leclerc
Carlos Sainz e Charles Leclerc (Getty Images)

Nella prima gara del campionato 2021 di Formula 1 il duello interno in Ferrari è stato vinto da Charles Leclerc. Sia nelle Qualifiche che in Gara il monegasco ha avuto la meglio su Carlos Sainz.

Lo spagnolo ha fatto ottavo in Q3 e anche domenica, mentre il compagno di squadra si è qualificato quarto e ha poi chiuso in sesta posizione la corsa in Bahrain. Normale che Leclerc potesse vincere questo primo confronto, considerando che è al terzo anno con la scuderia di Maranello e il teammate è solo all’inizio della sua esperienza in rosso. Anche il fatto di aver avuto solamente tre giorni di test pre-campionato influisce.

LEGGI ANCHE -> Piquet-Senna, che “scontro” al GP del Brasile: cosa accadde 33 anni fa

Ferrari F1, Button su Sainz e Leclerc

Jenson Button
Jenson Button (Getty Images)

Jenson Button in un’intervista concessa a Sky Sports F1 si è detto fiducioso sul futuro di Sainz in Ferrari, in termini prestazionali sarà sul livello del compagno di squadra secondo lui: «Penso che Carlos si avvicinerà a Leclerc. Ho parlato con gli ingegneri McLaren e mi hanno detto che Sainz è fondamentalmente un ingegnere. Non si lascia mai scoraggiare e non supera il limite quando guida, lo abbiamo visto in Bahrain. È un ragazzo in gamba e la Ferrari può essere felice dei piloti che ha».

Button, campione del mondo di Formula 1 nel 2009 con la Brawn GP, ha un’opinione che hanno molti. Il pilota spagnolo ha fatto vedere il suo valore nel biennio in McLaren e ha le carte in regola per fare molto bene con la scuderia di Maranello. All’inizio è normale che non si prenda troppi rischi, deve conosce bene la monoposto ed esplorarne il potenziale prima di osare. Anche per Leclerc la SF21 è nuova, però lui comunque parte avvantaggiato complessivamente perché comunque sono rimaste delle caratteristiche che la Ferrari aveva e che lui conosceva. Vedremo nel corso del campionato 2021 come si evolverà la sfida interna al box.