Ferrari, disastro al GP di Francia: Binotto spiega cosa è accaduto

Il bilancio della Ferrari dopo il GP di Francia non può certamente essere positivo: Mattia Binotto analizza la situazione con lucidità.

Binotto
Mattia Binotto (Foto: Getty Images)

Non può che essere forte l’amarezza della Ferrari per quanto accaduto al GP di Francia, dove nessuno dei due piloti è riuscito a conquistare punti. Carlos Sainz non è riuscito ad andare oltre l’undicesimo posto, mentre Charles Leclerc ha terminato la gara addirittura sedicesimo. Le aspettative della scuderia prima della gara erano buone, proprio per questo la delusione è ancora più forte.

Mattia Binotto prova comunque ad analizzare la situazione con lucidità: “Siamo andati male, non solo rispetto a Barcellona, ma rispetto a tutte le gare di questa stagione e anche rispetto a quello che avevamo visto venerdì – ha detto il team principal al microfoni di Sky Sport -. La nostra è stata una brutta gara senza alcun dubbio, fuori dai punti. Possiamo definirla una batosta pensando alla classifica costruttori, qualcosa non ha funzionato, abbiamo avuto molto graining sulle gomme, non ci aspettavamo fosse così tanto. Quando uno parla di graining si intende uno scivolamento della ruota sull’asfalto, temperature delle gomme troppo elevate. Vedremo di capire nell’analisi cos”è accaduto, non voglio anticipare, ma probabilmente tutto è dovuto al surriscaldamento delle gomme“.

F1, Mattia Binotto
Il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto (Getty Images)

Potrebbe interessarti – Ferrari, Binotto individua un difetto: “Lì dobbiamo concentrare l’analisi”

Binotto amareggiato dopo il GP di Francia: le sue parole in vista delle prossime gare

Provare a non abbattersi dopo quanto accaduto e cercare di sfruttarlo in maniera positiva potrebbe essere però importante. “Dobbiamo analizzare e capire, questo è sempre il primo passo per poi correggere – ha detto ancora -. Quest’anno sappiamo che se la temperatura delle gomme, soprattutto se la temperatura esterna è alta, siamo in difficoltà. Era uno di quei problemi che sapevamo di avere su cui non siamo potuti intervenire perché sono stati congelati dal regolamento e non potremo intervenire. Noi cerchiamo di fare il meglio ma, ribadisco, non voglio anticipare l’analisi. Da parte mia chi ha visto la gara, come l’avete vista voi, ogni osservazione sarebbe prematura. E’ bene quindi guardare tutti i dati, parlare con i piloti e cercare di andare a fondo”.

Binotto ha parlato anche delle pressioni che c’erano state nei confronti del team recentemente e ha provato a dare uno sguardo al futuro: “In realtà c’è stato un aumento di pressione da parte della Pirelli sul posteriore. E’ chiaro che quando aumentano le pressioni si scivola un po’ di più. Credo che abbiamo avuto più problemi sull’anteriore che sul posteriore, ma anche questa volta attendiamo e vedremo. Ci saranno altre piste in cui saremo maggiormente in difficoltà, dove è più alta la temperatura dell’asfalto. Non tutte le piste hanno queste condizioni. Per noi le piste in cui può esserci un surriscaldamento possono essere critiche. Le affronteremo una alla volta, cerchiamo intanto di capire bene cosa è accaduto questa volta e cercare eventualmente di correggere dove riusciamo” – ha concluso.

L’amarezza di Leclerc: le parole del monegasco

Impossibile nascondere la delusione anche per Charles Leclerc, che non si aspettava di affrontare così tanti problemi: Oggi è stato molto difficile. Adesso tocca a noi analizzare bene e soprattutto capire perché eravamo così lontani in gara. Sia io sia Carlos abbiamo fatto tantissima fatica, abbiamo provato un ultimo stop alla fine per tentare di ripartire con le medie per fare qualcosa di diverso con i settaggi che avevo sul volante. Io ho provato di tutto, ma alla fine mangiamo queste gomme in modo troppo veloce, quindi dobbiamo capire perché. A breve termine non credo potremo migliorare nel passo gara, è un problema abbastanza grosso, evidente soprattutto qua, lo dobbiamo dire, ma abbiamo fatto tantissime fatica. Dobbiamo veramente capire cosa ci sta rallentando in vista dell’anno prossimo” – ha concluso il pilota