Mick Schumacher, Binotto sicuro sull’obiettivo del pilota: “Può farcela”

Mattia Binotto ha commentato il rendimento di Mick Schumacher, alla sua prima stagione di Formula 1 con la Haas

Mick Schumacher
Mick Schumacher (Foto: Getty Images)

E’ stata una prima parte di stagione tutto sommato positiva per Mick Schumacher, al debutto in Formula 1 con la Haas dopo aver vinto il titolo della serie cadetta. Il pilota dell’Academy della Ferrari ha fatto il possibile ad ogni gara per cercare di ottenere un buon piazzamento, arrivando spesso davanti al compagno di squadra Mazepin.

Certo, la macchina non è competitiva e non gli permette di ottenere grandi risultati, ma Schumi Jr ha dimostrato di poter rimanere all’interno del Circus anche nelle prossime stagioni, evidenziando attitudine al lavoro e talento di guida. In un’intervista rilasciata al sito ufficiale della F1Mattia Binotto ha parlato della stagione d’esordio del giovane pilota tedesco.

LEGGI ANCHE >>> “Mick Schumacher ricorda Michael”: Clear svela una peculiarità comune

Binotto su Mick Schumacher: “Sta crescendo”

Mick Schumacher Haas F1
La Haas di Mick Schumacher (Foto: Getty Images)

Mick è alla sua prima stagione in F1 con la Haas – spiega il team principal della Ferrari -. Ad inizio stagione avevamo detto che l’obiettivo per lui era di non avere pressione e di assicurarsi di imparare“. Messa così, la prima stagione di Schumacher non può che essere soddisfacente fino ad ora: “Il 2021 deve essere un anno importante in termini di apprendimento. E credo che se guardiamo a quest’obiettivo sta facendo bene” commenta Binotto.

In particolare, secondo il manager della Rossa, Mick sta crescendo bene: “Penso che Mick stia andando bene, sta imparando e sta progredendo. Ovviamente ha fatto qualche errore ma fa parte del processo di apprendimento. Nel complesso possiamo essere felici“. L’importante sarà continuare a migliorarsi nella seconda parte della stagione, dove lo aspettano ancora 11 Gran Premi prima di terminare il suo primo anno da pilota di Formula 1. “E’ importante per lui che continui a crescere nella seconda parte del Mondiale, ma confido che possa riuscirci” ha concluso Binotto.