EICMA 2021 si rinnova: presentati nuovo logo e nome dell’evento

EICMA 2021 torna a novembre dopo l’anno di stop dovuto alla pandemia: si rinnovano nome e logo dell’evento milanese.

EICMA 2021
Yamaha a EICMA (Foto: Getty Images)

Il mondo dei motori sta lentamente provando a ripartire dopo lo stop legato alla pandemia e lo farà anche con i Saloni, un appuntamento importante non solo per le aziende del settore, ma anche per gli appassionati che possono farsi un’idea dei modelli che si apprestano ad arrivare sul mercato. Tra gli appuntamenti che sono stati confermati c’è EICMA, che si terrà anche il prossimo autunno nella location di Rho-Fiera, dove sono attesi come da tradizione decine di migliaia di visitatori.

L’appuntamento è previsto dal 23 al 28 novembre e prevede una serie di novità interessanti. Una di queste riguarda il nuovo logo e il cambio di nome. La manifestazione, infatti, sarà conosciuta ora come “Esposizione internazionale delle due ruote“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eicmaofficial (@eicmaofficial)

 

 

Potrebbe interessarti – EICMA 2021, Yamaha conferma la presenza all’evento

Conto alla rovescia per EICMA 2021: nome e logo si rinnovano

Come capita in questi casi, non poteva mancare una nuova immagine grafica. Il rosso resta il colore dominante, scelto perché espressione della passione per il mondo delle due ruote che accomuna aziende e visitatori dell’evento. Gli elementi che sono presenti all’interno del logo, il cerchio, ovvero la ruota, e la forcella. sono invece stati realizzati in una chiave più moderna. Questi stanno a indicare la filiera e l’intera industria, le componenti, le parti e gli accessori.

Paolo Magri, amministratore delegato di Eicma S.p.A., ha così sottolineato quali siano stati i motivi ispiratori dei designer: “Vogliamo vedere nelle difficoltà degli scorsi mesi e nello stop forzato dell’anno passato un’opportunità per innovare nel rispetto dalla tradizione. Questo ha portato a un cambio di passo. Si tratta di un’occasione per investire sulla nostra identità visiva, su noi stessi e sul nostro posizionamento”. A curare il progetto è stato il pubblicitario Lorenzo Marini, artista e direttore creativo dell’agenzia Yes Marini di Milano.