Superbike, come Sykes anche Davies è malconcio: Jerez è a rischio

Pochi giorni per recuperare tra la prova del Montmelo e quella di Jerez, prossima prova del mondiale Superbike che rischia di dovere fare a meno di Tom Sykes e Chaz Davies

Superbike Davies
Chaz Davies, contusioni, un edema e due costole rotte (Getty Images)

Ore di apprensione per Tom Sykes, che resta ricoverano in ospedale a curare le conseguenze di un serio trauma cranico. Il pilota BMW è fuori pericolo. Ma ci vorranno ancora un po’ di giorni prima di vederlo in moto. Ma anche il quadro clinico di Chaz Davies è davvero incerto.

Superbike, tris di assi sdraiati

La gara del Montmelo di domenica scorsa, vinta da Rinaldi, ha avuto sviluppi drammatici.  Sykes investito da Mahias al primo giro. Pochi metri dopo anche Lowes finisce a terra rischiando di essere travolto da Epis e picchiando pesantemente mano e braccio destro a terra.

E poi c’è Chaz Davies che inizialmente sembrava tra gli infortunati l’unico in grado di recuperare:

le condizioni del pilota gallese sono meno preoccupanti rispetto a quelle di Sykes. Ma certo non sono buone. Una brutta contusione al bacino, un vistoso edema lombare che quasi impedisce a Davies di sedersi e di camminare e due costole rotte.

Le ultime lastre hanno consigliato prudenza. Tant’è che Davies, almeno per ora, resta sotto controllo.

LEGGI ANCHE > Superbike Catalogna Gara 2, vince Rinaldi: crolla Jonathan Rea

Superbike Lowes
Alex Lowes, in forse a Jerez (Getty Images)

Anche Lowes a rischio

Al momento Sykes è fuori. Potrebbe essere sostituito da Eugene Laverty che non è più tornato in pista dopo che problemi economici e organizzativi hanno di fatto escluso da tutte le ultime gare la RC Corse. Davies è in fortissimo dubbio: la GoEleven si è presa ancora qualche ora e un’ultima valutazione medica per prendere una decisione.

Alex Lowes, pur in pessime condizioni, è l’unico che potrebbe recuperare in tempo, pur tra mille cautele.