Thailandia, i Taxi inattivi si trasformano: l’iniziativa unica al mondo

In Thailandia, i Taxi inattivi si sono trasformati completamente per un’iniziativa speciale

Taxi Thailandia
Uno dei Taxi trasformato in orto (Foto: Getty Images)

Interessante iniziativa dalla Thailandia, dove una società di Taxi, tra le poche ancora attive a Bangkok anche se senza richieste, ha convertito i veicoli inutilizzati in tanti piccoli orti da coltivare per aiutare i dipendenti che adesso non hanno più il lavoro, inclusi gli stessi tassisti.

Infatti, la pandemia ha colpito duramente la capitale, dove numerosi cittadini si sono trasferiti nei loro villaggi d’origine per evitare di contrarre il virus. Questo trend, insieme ai danni al settore della mobilità a causa del Covid, ha fatto sì che numerose compagnie di taxi cadessero in fallimento, con le loro Auto abbandonate a sé stesse nei parcheggi.

LEGGI ANCHE >>> Audi punta sulla sostenibilità: riciclo della plastica e consumi d’acqua ridotti

Thailandia, i dettagli dell’iniziativa

Taxi Thailandia
I Taxi trasformati in orti (Foto: Getty Images)

Perciò, gli addetti della Ratchaphruek Taxi Cooperative, questo il nome della società fautrice dell’iniziativa, ha realizzato dei piccoli giardini sui tetti e sui cofani delle vetture inutilizzate stendendo sacchi neri della spazzatura su telai di bambù ricoperti di terra. Qui, gli stessi lavoratori hanno piantato un’ampia varietà di vegetali, tra cui peperoncini, cetrioli e zucchine.

Con questa iniziativa, la cooperativa spera quindi di garantire almeno una parte di cibo ai propri ex dipendenti e che le rimanenze possano essere vendute nei mercati locali.

La pandemia ha però colpito duramente non solo il settore della mobilità, ma anche quello del turismo a causa delle rigide restrizioni di viaggio che impediscono l’ingresso nel Paese ai visitatori. Ciò significa che l’economia di Bangkok, e più in generale della Thailandia intera, ne ha sofferto molto, rendendo quindi iniziative come questa essenziale per il sostentamento delle persone che in questo periodo difficile hanno perso il lavoro.

Infatti, come riporta la BBC, utilizzare i taxi come orti è stata l’ultima opzione a disposizione della compagnia per cercare di andare avanti, dato che, oltre alle varie difficoltà, avevano ancora da pagare le rate su gran parte delle Auto.