Verstappen su un’altra … Red Bull: la nuova “Auto” è davvero bizzarra – Video

In un video condiviso sui propri social, la scuderia Red Bull mostra un giovane Max Verstappen su un’altra monoposto.

Max Verstappen
Max Verstappen (Foto: LaPresse)

Quest’anno Max Verstappen ha coronato il suo sogno di diventare campione del Mondo di Formula 1 per la prima volta in carriera dopo un percorso di crescita costante fin dalle sue prime stagioni nella massima categoria. Infatti, la Red Bull lo fece esordire a soli 17 anni con la Toro Rosso, per poi promuoverlo nel team principale per sostituire il quattro volte iridato Sebastian Vettel l’anno seguente, dove ottenne risultati molto importanti, culminati nella vittoria del GP di Spagna, che gli ha permesso di diventare il più giovane pilota a vincere un Gran Premio. Tutti chiari segnali, questi, di come i vertici della scuderia austriaca avevano fatto bene a puntare su di lui.

Però, nel 2015, anno d’esordio in F1, trovò il tempo di partecipare anche ad un’altra competizione, ben diversa dal Circus come lo conosciamo, ma sempre al volante di un’Auto.

LEGGI ANCHE >>> Verstappen, investitura pesante dal manager: “E’ il migliore con lui ho lavorato”

Come va Verstappen! Il video su un’altra… Red Bull

Nello specifico, Verstappen gareggiò nella Red Bull Zeepkistenrace, particolare gara che ancora oggi si disputa annualmente grazie al noto marchio di energy drink. La corsa vede come protagonisti alcuni dei veicoli più bizzarri mai visti su una strada, realizzati generalmente a mano dai concorrenti. Quello dell’olandese, invece, sembrava essere particolarmente veloce rispetto ai mezzi avversari, essendo una specie di replica della stessa vettura Red Bull di quell’anno. Tuttavia, bisogna dire che il suo talento non gli è bastato per evitare un piccolo imprevisto al traguardo. In un video condiviso sui social dalla Red Bull, è possibile ammirare la speciale prestazione del campione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Red Bull Racing (@redbullracing)

Dopo una folle discesa sulla bizzarra monoposto, Max si vede costretto a rallentare, poiché sul tracciato erano presenti dossi che aumentavano il coefficiente di difficoltà. In particolare, l’ultimo è stato “fatale” per la sua Red Bull, rompendo l’ala anteriore dopo l’impatto sull’asfalto. Ma fortunatamente per lui, era già arrivato all’arrivo.