Dakar 2022, Sunderland è imperioso; dominio delle Audi elettriche

Cambia di nuovo la classifica generale della Dakar 2022 dopo l’ottava tappa, con l’australiano della Gas Gas Sam Sunderland che torna al comando

Dakar 2022 Sunderland Gas Gas 2
Sunderland, vittoria di tappa e leadership nella generale (Gas Gas Team OPress Office)

A distanza di sole 24 ore da una tappa che sembrava averlo definitivamente messo in difficoltà dopo il dominio della prima settimana, Sam Sunderland dimostra una volta di più di essere l’uomo da battere in questa edizione 2022 della Dakar.

Dakar 2022, il riscatto di Sam Sunderland

Il pilota australiano della Gas Gas, in una tappa durissima, compie un capolavoro. Nella fraziuone forse più temuta da parte dei motociclisti, dopo 395 km di prova speciale, Sunderland attacca senza respiro. Si riprende la leadership della classifica generale che ieri era finita nelle mani del francese della Yamaha Van Beveren.

Sul traguardo di Wadi Ad Dawasir Sunderland conquista la vittoria di tappa regolando il cileno della Honda Quintamilla e l’austriaco della KTM Walkner tornando davanti a tutti con 3.45” su Walkner e relegando Van Beveren, reduce da una frazione difficilissima, in terza posizione. Ritardo di 24’ per Danilo Petrucci, alle prese con i postumi della caduta di venerdì e con una moto che continua a causargli qualche problema nelle tratte più lunghe.

Loeb
Un’immagine di repertorio del prototipo BRX1 di Sebastien Loeb (Getty Images)

Audi in evidenza Loeb attacca

Due i fatti fondamentali, invece, nella gara riservata alle auto. Una meravigliosa tripletta delle Audi elettriche, che portano due auto sul podio di tappa con Mattias Ekström davanti a Stéphane Peterhansel. Ma il vero trionfatore di giornata è ancora una volta Sebastian Loeb deciso a vendere cara la pelle fino al giorno dell’arrivo sul traguardo finale.

LEGGI ANCHE > Dakar 2022, Price penalizzato: Petrucci festeggia una vittoria storica

Terzo sul traguardo il francese della Prodrive che riduce a 37’ il suo ritardo sulla Toyota di Nasser Al-Attiyah, che predilige una tattica conservativa e di amministrazione di un vantaggio che resta comunque considerevole.

LEGGI ANCHE > Dakar 2022, Price penalizzato: Petrucci festeggia una vittoria storica

Domani nuova tappa a circuito con partenza e arrivo a Dawi Ad Dawasir, sabbia e dune con qualche asperità rocciosa a mettere a dura prova sospensioni e pneumatici. Una tappa relativamente breve (204 km cronometrati sui 287 km complessivi).

Impostazioni privacy