Bastianini deluso dopo Rio Hondo: “E’ stato un disastro”

Perde la vetta della classifica ma non l’entusiasmo Enea Bastianini. Dopo il difficile week-end in Argentina arriva ad Austin per il riscatto.

Enea Bastianini è sbarcato in Argentina in veste di leader del Mondiale MotoGP, ma la decima piazza in gara lo fa scivolare al terzo posto, sorpassato in classifica dal vincitore Aleix Espargarò di Aprilia e dal costante Brad Binder con KTM. Non è stato un buon week-end per il team Gresini Racing (Fabio Di Giannantonio è caduto a pochi giri dal traguardo), che ha dovuto attendere le prime luci dell’alba di sabato per montare i box e allestire le moto.

Enea Bastianini 05-04-2022
Enea Bastianini (foto Ansa)

Stavolta il ‘Bestia’ non è riuscito a trovare il giusto feeling con il layout argentino, come avvenuto a Losail dove ha riportato la sua prima vittoria in classe regina. Il podio di Jorge Martin e la rimonta di Pecco Bagnaia hanno dimostrato che il problema non era insito nella Ducati Desmosedici GP, ma si trattava di adattarsi a questo tracciato che presentava poca aderenza. E il ritardo nell’arrivo dei materiali, con l’annullamento delle prove libere del venerdì, ha fatto il resto.

Week-end da archiviare per Gresini e Bastianini

Enea Bastianini
Enea Bastianini (Ansa Foto)

Non cerca alibi Enea Bastianini: “Questo fine settimana è stato un disastro, fin dall’inizio abbiamo avuto problemi con i dossi e il mio stile di guida non era abbastanza buono per questa pista“. Scattato dalla 12esima piazza ha perso posizioni nelle fasi iniziali, ma ha recuperato nella seconda parte, ma un errore nel tentativo di sorpassare Luca Marini gli è costato caro facendolo retrocedere di diverse posizioni: “Ho commesso troppi errori“.

Con le temperature basse del warm up la situazione sembrava migliorata per il pilota romagnolo, con un miglior grip che gli consentiva di guadagnare decimi sul giro. “Ma durante la gara tutti i problemi si sono ripresentati, con una minore aderenza anche sull’anteriore“. Ha provato a confrontare i dati con gli altri piloti del marchio: “Vedo che il problema con le altre Ducati è al posteriore. Slittavo molto in uscita di curva e quindi non avevo la possibilità di aprire di più il gas“.

Il ritardo nell’arrivo dell’aero cargo ha condizionato in parte il Gran Premio di Argentina di Enea Bastianini, che ora attende il prossimo round di Austin per il riscatto: “I ragazzi ai box hanno fatto un buon lavoro, sicuramente dopo abbiamo commesso degli errori, ma è normale perché tutti erano stanchi. Spero che le cose vadano meglio ad Austin“.