Hamilton, la frecciata di Rosberg: “Non è la verità”

Rosberg si esprime sulla situazione negativa di Hamilton e lancia una frecciata dopo le parole di Wolff a Imola.

Fallimentare il weekend di Lewis Hamilton in Emilia-Romagna. Dopo essere andato male sia nelle qualifiche che in sprint race, nella gara principale è arrivato un deludente tredicesimo posto.

Nico Rosberg
Nico Rosberg (Foto LaPresse)

È stato incredibile vedere il sette volte campione del mondo di Formula 1 non riuscire a superare l’AlphaTauri di Pierre Gasly. È rimasto dietro al francese per tanti giri e non è stato in grado di sorpassarlo. Fino all’anno scorso non avrebbe avuto problemi, invece a Imola ha faticato tanto.

Da sottolineare anche che George Russell lo ha battuto in maniera netta domenica, arrivando quarto al traguardo. Sono ventuno i punti di vantaggio che l’ex driver della Williams ha rispetto al suo compagno di squadra.

Mercedes, Rosberg al veleno su Hamilton e Wolff

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Ansa foto)

Nico Rosberg a Sky Sports F1 ha espresso la sua opinione su quanto successo a Imola, con Hamilton che ha anche ricevuto le scuse di Wolff al termine della gara: “Toto sta cercando di sostenere mentalmente Lewis, dicendo che non è colpa sua. È una mossa intelligente, ma non è la verità. Russell con la stessa monoposto è giunto quarto e pertanto Lewis ha avuto un ruolo nel suo pessimo risultato. George ha fatto vedere che si poteva fare di più”.

Wolff si era scusato dicendo al pilota di essere dispiaciuto per non avergli dato una macchina sufficientemente competitiva, però Rosberg evidenzia che Russell ha dimostrato che la Mercedes W13 non era esattamente lenta all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari.

L’ex compagno di squadra di Hamilton è convinto che l’inglese potesse fare di più a Imola, ha delle colpe è arrivato tredicesimo nella gara principale e se il weekend è stato nel complesso un fallimento. Wolff ha cercato di togliergli responsabilità con le parole nel team radio di fine corsa, però Rosberg dice che si tratta solo di una strategia del team principal per sostenerlo mentalmente.

Il sette volte iridato di F1 si aspetta progressi da parte della scuderia di Brackley nelle prossime gare. Tra Miami e Barcellona dovrebbero esserci novità tecniche sulla W13. Vedremo se la situazione migliorerà.