Mick Schumacher in Ferrari: un ex pilota indica quando potrà accadere

Il sogno di Mick Schumacher è correre in Ferrari, ma per alcuni anni non potrà coronarlo: un ex pilota indica la tempistica per farcela.

Il 2022 è un anno molto importante per Mick Schumacher, chiamato a dimostrare di meritare un sedile in Formula 1. Se alla prima stagione da rookie non aveva una monoposto competitiva per mostrare il suo valore, adesso la situazione è cambiata.

Mick Schumacher
Mick Schumacher (Ansa Foto)

La Haas ha fatto dei notevoli passi avanti rispetto al 2022 e i risultati ottenuti da Kevin Magnussen lo dimostrano con evidenza. Il pilota danese è andato a punti in Bahrain, in Arabia Saudita e anche a Imola. Il potenziale per stare in top 10 c’è e Schumi junior deve riuscire a tirare fuori il massimo dalla sua auto.

Avendo un contratto in scadenza a fine anno, il driver tedesco ha certamente la motivazione a migliorare i suoi risultati. Finora non ha conquistato alcun punto, pertanto deve cercare di fare dei passi avanti ed essere al livello di Magnussen.

F1, Mick Schumacher quando in Ferrari? Risponde Berger

Schumacher ha il grande sogno di correre per la Ferrari, come fece suo padre. Ma per coronarlo deve assolutamente fare progressi alla guida e, ovviamente, risultati. La Haas gli ha messo a disposizione un pacchetto tecnico che gli può permettere di stare in zona punti, quindi sta a lui sfruttarlo.

Berger
Berger © LaPresse

Sicuramente fino al 2024 non potrà guidare la Rossa, dato che Carlos Sainz e Charles Leclerc hanno un contratto per altri due anni. Dovrà farsi trovare pronto per il 2025, eventualmente. In questa stagione e nelle prossime deve maturare per meritarsi la chiamata della scuderia di Maranello.

Gerhard Berger a Sky Sport Germany è stato interpellato sul futuro di Mick e sull’ipotesi Ferrari. Questa la risposta dell’ex pilota: “Penso sia presto per pensare al suo passaggio in Ferrari. Intanto quest’anno deve dimostrare che può competere con il suo compagno di squadra, che al momento è davanti. Deve riuscire a batterlo, ha tanto lavoro da fare e ora deve pensare alla Haas. Poi potrà pensare al livello successivo. In due-tre anni, se otterrà buoni risultati, potrebbe arrivare il momento giusto”.

Berger dice quello che tutti pensano. Schumacher deve concentrarsi sul presente, ovvero la Haas e Magnussen. Deve guadagnarsi il rinnovo e poi fare altri step nei prossimi anni prima di poter pensare di correre per la Ferrari o per un altro top team.

Impostazioni privacy