Carlos Alcaraz ha un desiderio da esaudire: “Sto ancora lottando”

La promessa del tennis mondiale Carlos Alcaraz ha un desiderio da esaudire. Tuttavia, starebbe incontrando alcuni “ostacoli”.

Carlos Alcaraz è l’astro nascente del tennis mondiale che da lunedì sarà numero 6 del mondo nella classifica ATP a soli 19 anni, compiuti lo scorso 5 maggio. Le prestazioni offerte dal talento classe 2003 al Masters 1000 di Madrid sono state semplicemente di altissimo livello, a tal punto da battere un campione come Rafa Nadal nei quarti di finale e Novak Djokovic in semifinale.

Carlos Alcaraz
Alcaraz (Foto: LaPresse)

In molti poi lo hanno incoronato ad erede dello stesso Nadal, spagnolo come lui, e futuro di questo sport quando l’epoca dello stesso Djokovic – numero uno incontrastato degli ultimi anni, fatta eccezione per la breve parentesi di Medvedev – giungerà al termine.

Ma se nella vita professionale le vittorie sono quelle che vuole di più, nella sfera privata Alcaraz ha ammesso che sta faticando ad esaudire un suo desiderio, nonostante se lo possa ampiamente permettere grazie ai guadagni provenienti dai successi che ha già ottenuto in carriera.

Carlos Alcaraz vuole un’Auto: “Sto ancora lottando”

Carlos Alcaraz
Carlos Alcaraz (Foto: LaPresse)

In particolare, in un’intervista alla trasmissione televisiva ‘El Hormiguero‘ rilasciata nei giorni scorsi, il giovane tennista ha ammesso che vorrebbe comprarsi un’Auto, anche se al momento starebbe incontrando alcuni ostacoli poiché non è lui a gestire i suoi soldi. “Se ne occupano i miei genitori – ammette –. Se devo comprarmi qualcosa per il golf, che mi piace, non c’è problema. Invece sto ancora lottando con loro per comprarmi una bella macchina nuova“.

Alcaraz poi non è entrato nel merito spiegando la ragione specifica per cui i suoi genitori non vogliano che si compri una macchina. I 18 anni, necessari per conseguire la patente, li ha già compiuti, ma diciamo che per il momento può aspettare. Prima ci sarà da scalare la classifica ATP e, perciò, non resta molto tempo libero da dedicare ad un’Auto, anche perché nella stessa intervista ha dichiarato di allenarsi tutti i giorni h24.

Mi alleno senza sosta dalle 9.30 alle 13.30, che sia palestra o tennis – spiega –. E poi ancora nel pomeriggio“.

Il paragone con Nadal

Come anticipato, Alcaraz è considerato l’erede di Rafael Nadal. Entrambi condividono la nazionalità spagnola e un percorso simile all’interno del circuito internazionale. Infatti, il murciano è stato il più giovane tennista ad entrare in top 10 proprio dopo il campione maiorchino a 18 anni e 11 mesi. Risultato, questo, tra l’altro ottenuto lo stesso giorno, il 25 aprile.