Toto Wolff annuncia una decisione per Mercedes: fissata la deadline

Il team principal della Mercedes Toto Wolff ha annunciato una possibile decisione: potrebbe accadere presto

Un’illusione prima del ritorno alla realtà. Il venerdì di Miami ha fatto vedere una Mercedes in grado di lottare con Ferrari e Red Bull, ma qualifiche e gara hanno riportato il team tedesco alla situazione delle prime quattro gare.

Toto Wolff
Toto Wolff © LaPresse

Russell quinto, Hamilton sesto, entrambi mai veramente in gioco per arrivare a podio e con un distacco tutto sommato contenuto soltanto per l’ingresso della safety car. Toto Wolff aveva predicato calma subito dopo le prestazioni del venerdì, ben conscio che i problemi della W13 non potevano essere spariti nel nulla. Ed, infatti, sono tornati subito sulla pista americana, partendo dal porpoising, il saltellamento che affligge la Mercedes in maniera maggiore rispetto alle altre vetture. Colpa anche del progetto della monoposto tedesca con alcune particolarità che lo differenziano da quello delle altre scuderie.

Toto Wolff non vuole ancora sbilanciarsi e dire che è sbagliato ma il momento della verità sta arrivando: “Barcellona sarà un tracciato su cui avremo una maggiore correlazione dati, avendo già girato a febbraio“. Proprio in Spagna, la W13 si presentò con la prima versione, modificata poi in Bahrain, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. E’ il momento di fare dietrofront? Una domanda alla quale il team principal risponde in modo chiaro.

Toto Wolff individua il problema: “Può accentuare l’instabilità”

Hamilton
Hamilton © LaPresse

Per Toto Wolff guardando le varie monoposto “si può notare come i bordi del fondo siano più esposti e questo può accentuare l’instabilità“. Allora tutto da rifare? Non proprio anche se qualche riflessione importante andrà fatta: “La macchina dei test di Barcellona sulla carta è più lenta – spiega il manager – ma dobbiamo far funzionare la vettura attuale in maniera prevedibile per i piloti“.

Wolff non ha intenzione di bocciare subito il progetto attuale, garantisce fiducia agli ingegneri ma ammette che il tempo dell’attesa è finito: “Dobbiamo capire e farlo prima di prendere la decisione di passare ad un altro concetto – le sue parole – . Dobbiamo capire dove abbiamo sbagliato, qual è la parte positiva e quale quella negativa del progetto“. E’ da qui che vuole ripartire la Mercedes e lo farà dopo Barcellona: “E’ questa l’unica pista in cui possiamo fare una correlazione dei dati. Dopo ci possiamo chiedere: Abbiamo sbagliato o no?“. Dalla risposta dipenderà il futuro della W13 e il possibile rilancio immediato del team tedesco.