Wolff mette in guardia Ferrari e Red Bull: c’è un motivo per essere ottimisti

Toto Wolff indica la strada per la Mercedes in vista del GP di Spagna con un nuovo motivo per essere ottimisti

Ferrari e Red Bull sono avvisate: la Mercedes ha voglia di tornare a vincere. L’inizio di campionato non è stato fortunato per le frecce d’argento: la W13 si è dimostrata una monoposto con tanti problemi e prestazioni non all’altezza delle due rivali.

Toto Wolff
Toto Wolff © LaPresse

A farne le spese è stato più Lewis Hamilton che George Russell, anche se – con qualche eccezione – podi e vittorie sono sembrati miraggi raggiungibili solo grazie alle disgrazie altrui.

Una situazione che a Barkley hanno voglia di cambiare ed è per questo che il GP di Barcellona può rappresentare uno spartiacque decisivo per la stagione della Mercedes. La pista del Montmelò è un tracciato conosciuto bene anche dalle nuove vetture che qui hanno fatto i loro primi chilometri: anche per questo, il GP di Spagna è atteso con grande curiosità all’interno del paddock. Lo conferma anche il team principal della Mercedes Toto Wolff che si lascia andare anche ad un pizzico di ottimismo, facendo trapelare un messaggio che Ferrari e Red Bull non devono prendere sotto gamba.

Toto Wolff crede nella W13: “Lampi del vero potenziale”

Hamilton
Hamilton © LaPresse

Il manager della scuderia tedesca ha analizzato la stagione fin qui fatta e ipotizzato gli scenari futuri. Wolff ha ammesso che “in quanto a prestazioni siamo la terza vettura” ma ha anche mostrato un pizzico di ottimismo: “A Miami – il riferimento è alle prove del venerdì – la monoposto ha mostrato lampi del suo vero potenziale“.

Crede ancora nel progetto W13 Wolff e, nelle parole riportate da ‘motorsport.com’, aggiunge: “Abbiamo continuano a sperimentare per quel che riguarda l’aspetto, abbiamo aggiunto componenti nuove che ci hanno dato risposte e indicazioni sulla strada da intraprendere“.

Ora tocca imboccare questa strada e valutarne i riscontri, con il Gp di Barcellona che può fornire indicazioni importanti: “Avendo fatto i test invernali, sarà un tracciato buono per correlare i dati e speriamo di poter far un altro passo in avanti“. Riuscirci potrebbe significare rimettere in carreggiata la stagione con la consapevolezza che a Barcellona finisce il primo quarto e che “resta ancora tanto da giocare“. Farlo riuscendo a estrapolare tutto il potenziale della W13 potrebbe significare anche rimettersi in corsa per il Mondiale.