MotoGP, Biaggi esalta il pilota: “E’ una certezza”

Max Biaggi sarà uno dei protagonisti nel week-end al Mugello. Il pluricampione parla del campionato MotoGP e delle future stelle.

Il week-end del Mugello è l’appuntamento più atteso dai tifosi italiani del Motomondiale e lo sarà ancora più quest’anno, con la presenza di due icone del passato che interverranno in due eventi separati durante le giornate di sabato e domenica. Ci sarà Valentino Rossi, presente ai box, ma anche protagonista di una cerimonia in programma sabato sul rettilineo del tracciato toscano, quando verrà ritirato il suo leggendario numero 46.

Max Biaggi
Max Biaggi (foto Ansa)

E sarà presente anche Max Biaggi che entrerà ufficialmente nella ‘Hall of Fame’ e il suo nome si aggiungerà all’elenco delle ‘MotoGP Legends’ dove di recente è entrato a far parte anche il suo amico Jorge Lorenzo. “Sono davvero felice di ricevere questa onorificenza, che voglio condividere con Voi, che in tutti questi anni mi avete sempre sostenuto – ha scritto il Corsaro sui social -. Per me è stato bellissimo vivere questa grande favola della mia vita e il vostro calore ha reso meravigliosa tutta la mia vita sportiva”.

Biaggi e lo sguardo sul futuro

Enea Bastianini
Enea Bastianini (Ansa Foto)

Dal passato al presente e futuro, al Mugello vivremo anche un’intensa tre giorni di prove, qualifiche e gara, con i piloti italiani che saranno grandi protagonisti. L’attenzione è puntata tutta su Enea Bastianini e Pecco Bagnaia, che a Le Mans si sono resi autori di una bella sfida conclusasi con la caduta del pilota piemontese del team factory.

La situazione in classifica di Enea è sicuramente più solida e promettente, con un terzo posto e solo 8 punti di distanza dal leader provvisorio del campionato Fabio Quartararo. I colori italiani saranno ben rappresentati da queste due giovani stelle, già campioni nella classe Moto2, in attesa dell’exploit degli altri connazionali Morbidelli, Marini, Bezzecchi, Di Giannantonio.

Max Biaggi a Sky Sport commenta l’ascesa di Enea Bastianini e Pecco Bagnaia nel campionato del mondo di MotoGP: “Non dobbiamo raccontare nulla, sappiamo che è una certezza di questo sport ed un ragazzo che mi piace, è un lavoratore, è posato, stabile di testa, non ha alti e bassi. Secondo me lui potrebbe essere il futuro di questo sport. Anche Pecco, lui ha bisogno anche di un po’ più di fortuna”.