F1 GP Canada le Pagelle, Verstappen inattaccabile: Sainz e Leclerc da 8

Voti alti anche per le Ferrari in una gara come quella del GP di Canada di F1 dove tutti i protagonisti della gara si dimostrano assolutamente degni di un voto alto

Red Bull forse inattaccabile. Ferrari comunque irriducibile, Mercedes in grandissima crescita.

Formula 1 Canada Verstappen
Verstappen, vittoria e nove in pagella (AP LaPresse)

Sono quasi esclusivamente voti alti al termine di un gran premio caratterizzato da prestazioni eccellenti ma anche da pochissimi errori con alcuni elementi da sottolineare con una certa intensità.

F1 GP Canada, le Pagelle

Verstappen – Di fronte a un pilota che non sbaglia praticamente nulla e che riesce a interpretare ogni singola fase del Gran Premio in modo quasi perfetto non si può far altro che prendere atto. è una gara praticamente quasi perfetta quella di Max Verstappen che riesce anche nella non facile impresa di resistere alle assillanti offensive di Sainz fino all’ultimo giro. Voto 9

Sainz – Spreme la sua Ferrari fino all’ultima risorsa di energia dando tutto quello che ha. Meriterebbe la vittoria se davanti non avesse un fenomeno assoluto che guida in modo praticamente perfetto una macchina probabilmente irraggiungibile. Meriterebbe il massimo dei voti solo per la sua ostinazione. Voto 8

Hamilton – Se nel Gran Premio di Baku aveva dovuto lottare contro un pessimo asfalto e una schiena dolorante, Montreal lo esalta riportandolo al centro dell’attenzione con un paio di sorpassi da fuoriclasse assoluto. Un Hamilton completamente ritrovato su una Mercedes che, a poco a poco, torna a dimostrarsi davvero competitiva al massimo livello. Voto 8

Leclerc – Strategie e scelte qui lasciano il tempo che trovano siamo di fronte a un pilota che, partito dal fondo del gruppo, con una macchina che sembra meno brillante rispetto a quella di Sainz, mette il mirino davanti a ogni singola macchina che si trova sulla sua strada fino a raggiungerla e passarla. Il sorpasso su Ocon è un capolavoro. Una prestazione di valore assoluto dal punto di vista della determinazione. Utile per il futuro anche per dimostrare le reali potenzialità del nuovo motore, testato nelle peggiori condizioni possibili. Voto 8 

Carlos Sainz, ottimo secondo posto (Foto ANSA)

Russell – Questa volta, pur dimostrandosi assolutamente al di sopra della sufficienza con una gara oculata, intelligente e senza errori, paga pegno rispetto al più titolato compagno di scuderia che gli fa strada senza mai farsi mettere il sale sulla coda. Voto 7

Ocon – Una macchina che convince solo a tratti riesce a fare meglio di Alonso che, dopo le prove bagnate nelle qualifiche di ieri, aveva illuso un po’ tutti. Molto meglio lui questa volta. Ma con un margine di miglioramento molto ampio per i piloti e per le Alpine. Voto 6.5

Alonso – Parte bene, soffre la cadenza delle safety car che lo vedono fortemente penalizzato, va in affanno nel finale di fronte alle offensive di Bottas. Voto 6

Bottas – Commette un brutto errore nella prima parte, si riprende bene, chiude in crescendo. Ma era la gara nella quale avrebbe anche potuto arrivare davanti alle Alpine. Voto 6