Sainz lo dice apertamente: ora è pronto a farlo

Carlos Sainz cambia la propria posizione: il pilota spagnolo ora è pronto a farlo volentieri e lo dice apertamente

Per Carlos Sainz l’appuntamento con la prima vittoria è ancora una volta rimandato. Il pilota spagnolo non è riuscito a sorpassare Max Verstappen nei giri conclusivi del GP di Canada, nonostante abbia avuto la possibilità di sfruttare il DRS per diversi giri.

Sainz
Sainz © LaPresse

Bravo l’olandese a difendersi, un po’ meno lo spagnolo che nei giri conclusivi, quando avrebbe avuto la possibilità di sferrare l’attacco decisivo, ha commesso un piccolo errore che ha consentito al campione del mondo di chiudere davanti a tutti.

Un secondo posto accolto con soddisfazione ma anche un pizzico di rammarico, considerato che anche nelle Qualifiche Sainz ha dovuto accontentarsi del terzo posto, dietro anche ad Alonso, per aver commesso un piccolo errore. Un duplice, piccolo, errore che non serve certo a spegnere i dubbi sullo spagnolo, anche perché Binotto è stato chiaro: per vincere serve la perfezione.

Sainz pronto ad aiutare Leclerc

Leclerc e Sainz
Leclerc e Sainz © LaPresse

Per Carlos Sainz il weekend perfetto non è ancora arrivato e questo incide sulla classifica del numero 55 della Ferrari, dietro anche a Russell. Al momento, la scuderia ha detto no a stabilire una gerarchia tra piloti, rimandando gli ordini di scuderia eventualmente più in là nella stagione, se davvero ce ne fosse la necessità.

Da questo punto di vista si registra però l’apertura di Sainz: se finora, lo spagnolo aveva detto di voler puntare al Mondiale e di non sentirsi ‘secondo’ a Leclerc, ora è pronto a mettersi a disposizione del compagno di squadra per aiutarlo nella lotta iridata. “Io cerco di vincere ogni GP e credo al Mondiale per me, per la Ferrari e per Leclerc – le frasi riportate dalla ‘Gazzetta dello Sport -. Voglio vincere, ma se possi aiutare Charles lo faccio volentieri“. Una sorta di cambio di rotta quindi con Sainz che è pronto a mettersi al servizio del pilota monegasco se ci fosse la possibilità di aiutarlo a vincere il Mondiale. Prima però bisogna avvicinare Verstappen e la Red Bull e – magari – portare a casa il primo successo in Formula 1.