Hamilton, si riaccende la sfida: la battuta del rivale è tagliente

La sfida infinita tra Red Bull e Mercedes non accenna a placarsi neanche quest’anno: arriva la frecciata a Lewis Hamilton

Lewis Hamilton torna sul podio. Il sette volte campione del mondo per la seconda volta in stagione ha chiuso la gara nei primi tre posti. Ancora un terzo posto per la Mercedes numero 44, così come era già successo nella gara inaugurale.

Hamilton
Hamilton © LaPresse

Hamilton ha incassato con soddisfazione il risultato del Canada, ben consapevole che la W13 ha ancora numerosi problemi da risolvere e che il gap da Red Bull e Ferrari è ancora abbastanza importante. Un distacco dovuto anche al problema del porpoising che affligge la Mercedes più che altre monoposto e per il quale è in corso un acceso dibattito all’interno del paddock.

Un dibattito scatenato dalla decisione della FIA di intervenire con un nuovo regolamento che ‘costringe’ le scuderie a limitare il saltellamento entro un range prestabilito. Una norma che ha acceso la polemica con la Red Bull che si è schierata in maniera netta contro la novità regolamentare. Un dibattito che ha riacceso la sfida infinita tra la scuderia austriaca e la Mercedes, la stessa che ha caratterizzato lo scorso anno con il duello fino all’ultima curva tra Hamilton e Verstappen. Un ritorno di una rivalità sopita ma mai spenta che si è caratterizzata anche per una frecciata che dalla Red Bull è stata diretta al pilota inglese.

Hamilton, Marko ci scherza su: “E’ sceso velocemente dalla macchina”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton © LaPresse

E’ stato Helmut Marko, consigliere della Red Bull, a ironizzare su Lewis Hamilton. Come riportato da ‘f1insider.com’, l’ex pilota austriaco ha scherzato sul sette volte iridato dopo il GP di Canada: “Oggi Hamilton è sceso velocemente dalla monoposto. Quando devi salire sul podio è molto facile“.

Un riferimento, neanche troppo velato, alle difficoltà palesate da Hamilton alla fine del GP di Baku. In quell’occasione il pilota aveva accusato dolori alla schiena proprio a causa dei continui saltellamenti della sua W13. Anche per questo è intervenuta la Federazione con la nuova normativa introdotta in team porpoising e la grande polemica che ne è nata con Red Bull e Mercedes, tanto per cambiare, l’una contro l’altra.