Carlos Sainz incassa un ‘duro’ colpo: il giudizio arriva inatteso

Carlos Sainz incassa un giudizio netto e non certamente lusinghiero sulle sue capacità: Rosberg emette un verdetto chiaro

Rammarico. E’ quello che Carlos Sainz ha espresso dopo il secondo posto nel GP di Canada. Il pilota spagnolo non è riuscito nell’impresa di superare Max Verstappen negli ultimi giri della gara, nonostante sia stato a lungo in zona DRS.

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Ansa Foto)

Appuntamento con la vittoria ancora rimandato quindi per il 55 della Ferrari che va ancora alla ricerca del primo trionfo in F1 della sua carriera. Un digiuno che a Maranello sono convinto possa presto essere terminato, mentre lo stesso Sainz prova a non pensarci e a concentrarsi esclusivamente sul lavoro in pista.

Di certo, dopo essere riuscito a finire davanti a Leclerc lo scorso anno, da Sainz ci si attendeva qualcosina in più in questa stagione, considerato il ritorno alla competitività della Ferrari. Ed, invece, l’ex McLaren ha avuto più di un problema: errori in qualifica e in gara, insieme a problemi tecnici, hanno fatto comparire dubbi sulla sua capacità di guidare una macchina da vertice. Dubbi ai quali si aggiunge un giudizio decisamente poco positivo: quella di Rosberg appare quasi come una stroncatura.

Carlos Sainz, Rosberg lo ‘boccia’: “Non ha la capacità per diventare campione”

Carlos Sainz
Carlos Sainz © LaPresse

L’ex campione del mondo intervenuto su ‘Sky Sports UK’ dice la sua su Sainz e non sono certo complimenti. “Ha dimostrato di essere un buon pilota e di poter guidare una Ferrari, ma non ha dimostrato al momento di avere la capacità per essere campione del mondo“.

Rosberg continua ad analizzare le performance dello spagnolo: “E’ una questione di prestazioni. Leclerc lo ha battuto praticamente in ogni gara in questa stagione. Credo che Sainz abbia la necessità di fare dei progressi per mettersi allo stesso livello di Charles“.

Per l’inglese Sainz “è abbastanza lontano dal suo compagno di squadra” una situazione che Rosberg ritiene sorprendente “considerato come è andata lo scorso anno“, anche se ammette: “La macchina certamente è molto diversa e forse Carlos ha bisogno di un po’ di tempo per abituarsi“. Al momento non ci è riuscito al 100% e il verdetto del campione del mondo del 2016 è netto.

Sainz e i colleghi torneranno in pista domenica prossima, nel primo weekend di luglio, a Silverstone, su uno dei circuiti storici della Formula 1, lungo il quale ci sarà il solito, impressionante, pienone di pubblico.