MotoGP, la situazione dei rookie a metà stagione: chi ha fatto meglio

L’analisi dei cinque rookie della classe regina: chi ha fatto meglio e chi ha fatto peggio nella prima parte di campionato.

Sono cinque i rookie che prendono parte a questa stagione MotoGP e ben tre hanno centrato almeno una top 10. A contendersi il titolo di ‘rookie of the year’ saranno quasi certamente due italiani, Marco Bezzecchi del team Mooney VR46 Racing Team e Fabio Di Giannantonio, del team Gresini Racing. Dei cinque debuttanti, Darryn Binder è salito quest’anno in classe regina direttamente dalla Moto3.

Marco Bezzecchi
Marco Bezzecchi (foto LaPresse)

Al momento è Marco Bezzecchi ad avere il maggior numero di punti in classifica, a quota 55 dopo il grande podio conquistato ad Assen prima della pausa estiva. Un ottimo risultato che neppure il pilota romagnolo si aspettava nella prima parte di campionato. In sella ad una Ducati GP21 sta facendo quasi meglio del compagno di squadra Luca Marini (52 punti) che ha alle spalle una stagione in più di esperienza nella massima serie. Bez ha ottenuto la prima top 10 in Argentina, al Mugello ha incassato una partenza in prima fila e il quinto posto. Infine il 2° posto in Olanda che alza l’asticella delle aspettative per il secondo tempo del Mondiale.

Gli altri rookie MotoGP

Fabio Di Giannantonio
Fabio Di Giannantonio (foto LaPresse)

Nella classifica dei rookie sarà difficile battere il ‘Bez’ se proseguirà con questo ritmo. Fabio Di Giannantonio è il secondo miglior rookie in classifica e di punti ne ha 18. Sul giro secco sta facendo grandi passi in avanti rispetto alle prime gare, nel GP di Germania ha ottenuto un ottavo posto che ha convinto, finendo persino davanti ad Enea Bastianini.

A seguire nella classifica dei debuttanti troviamo Darryn Binder del team WithU Yamaha RNF MotoGP con 10 punti, gli stessi che può contare al momento il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso. In Indonesia è partito 23esimo ed finito in top ten, ha fatto molto bene anche in Catalunya con il 12° posto.

Non proprio benissimo i due rookie del team KTM Tech3, Remy Gardner e Raul Fernandez, rispettivamente campione e vice campione Moto2 nella stagione 2021. L’australiano ha 9 punti in classifica, ma la Casa austriaca sembra intenzionata a rinnovargli la fiducia per il prossimo anno. Lo spagnolo, invece, a quota 5 punti, sembra in procinto di firmare con il team Aprilia RNF per il 2023. A compromettere le sue performance un incidente in Portogallo, che l’ha messo KO per due gare, e un problema a un braccio che l’ha costretto al ritiro nell’ultimo Gran Premio di Assen.