Alex Rins si porta una Suzuki da MotoGP in casa: il video

Alex Rins riceve un gradito regalo da parte della Suzuki: un prototipo 2020 della GSX-RR con cui ha ottenuto buonissimi risultati.

Il sogno di ogni pilota è avere la propria MotoGP parcheggiata a casa, un’amica di avventure, la propria metà che accompagna nelle sfide professionali più emozionanti e difficili. Diventa difficile separarsene al termine di un Gran Premio o di una stagione, provarla privatamente non è permesso dal regolamento, solo nei week-end di gara e nei test ufficiali è possibile salire in sella.

Alex Rins
Alex Rins (foto LaPresse)

In passato abbiamo è capitato a piloti come Jorge Lorenzo o Valentino Rossi arredare la propria casa con alcuni dei prototipi che hanno fatto storia e sono stati veicolo del loro grande successo. Il campione di Tavullia ha in camera sua una delle Yamaha M1 con cui è stato campione del mondo MotoGP. Da oggi anche Alex Rins potrà vantare di avere la sua Suzuki GSX-RR in casa, un prototipo del Motomondiale che potrà ammirare per sempre, anche dopo l’addio della Casa di Hamamatsu.

Un regalo speciale per Alex Rins

Alex Rins dal prossimo anno dovrà cambiare livrea, dal momento che il costruttore nipponico ha annunciato di voler abbandonare la classe regina per investire risorse su altri settori e non potendo più affrontare budget così alti. Prima di chiudere questa pagina di storia per sempre Suzuki ha regalato al pilota catalano una delle moto con cui ha corso in MotoGP nella stagione 2020.

La moto in questione è facilmente riconoscibile per l’applicazione degli adesivi del centenario del marchio di Hamamatsu, oltre al tocco di colore rosso che si intravede all’interno della presa d’aria anteriore. A darne notizia è lo stesso pilota spagnolo sul suo profilo Twitter, dove mostra la Suzuki adagiata nel salotto della sua casa di Andorra, posizionata accanto a una parete e illuminata da una striscia di luci led in basso.

In queste settimane Alex Rins non solo si gode un po’ di relax, ma continua ad allenarsi e a riprendersi dall’infortunio al polso rimediato dopo essere stato atterrato alla partenza del GP di Catalunya da Taka Nakagami. Un infortunio che lo ha costretto a saltare la gara successiva al Sachsenring. Il prossimo anno correrà in sella alla Honda RC213V del team LCR di Lucio Cecchinello, anche se al momento manca ancora l’annuncio ufficiale. Ma si tratta solo di una questione di tempo e dettagli.

Impostazioni privacy