Assicurazione Auto, con questi consigli risparmi sul costo: seguili e spenderai meno

L’Assicurazione di un veicolo è una di quelle spese obbligatorie se si possiede almeno un’Auto, ma esistono alcuni metodi per risparmiare.

Assicurazione Auto
(Foto di Elisa da Pixabay)

Oltre alle tradizionali bollette di casa, l’Assicurazione per l’Auto rientra tra le spese da cui non possiamo in alcun modo sottrarci dal pagare se vogliamo viaggiare in tutta tranquillità a bordo del nostro veicolo.

Ormai quasi tutte le famiglie italiane ne possiedono almeno una, o anche due o tre, a seconda delle esigenze e del numero dei membri del nucleo familiare. Perciò, potrebbe sempre risultare utile conoscere qualche metodo che ci consenta di risparmiare. Secondo Sicurato.it, seguendo questi consigli, si può risparmiare fino al 50% sul prezzo complessivo della polizza Auto.

Come risparmiare sull’Assicurazione Auto

Già erano tante, ma negli ultimi anni abbiamo assistito ad una netta proliferazione di compagnie assicurative anche grazie alle nuove possibilità che ha offerto il web.

Ci riferiamo, in particolare, a tutte quelle compagnie che offrono il loro servizio assicurativo esclusivamente online.

Come riporta Sicurauto.it, non avendo costi di gestione di una sede fisica, queste aziende possono arrivare ad offrire prezzi molto vantaggiosi per i clienti, anche di più di quelle tradizionali.

Un’altra soluzione che potrebbe farvi risparmiare sull’Assicurazione è poi quella di cambiare compagnia più o meno frequentemente.

Di fatto, ogni anno i prezzi possono variare. Certo, per chi si affida sempre alla stessa compagnia è difficile che l’importo cambi di parecchio, ed è invece probabile che spenda la stessa cifra per molti anni, ma per i nuovi clienti le offerte possono essere molto convenienti.

Assicurazione Auto
(Foto di mohamed Hassan da Pixabay)

Perciò, ad ogni cambio compagnia, il risparmio può essere non indifferente. A questo proposito, un suggerimento particolarmente utile può essere quello di consultare siti dove è possibile confrontare le varie offerte disponibili.

In questo modo, avrete una panoramica generale dei prezzi proposti dalle varie compagnie, così da poter scegliere la soluzione più economica.

In fase di scelta, peraltro, potreste ottenere ulteriori vantaggi in termini di spesa selezionando con estrema attenzione i servizi che vi interessano maggiormente, come il carroattrezzi in caso di guasto mentre siete in viaggio o il GPS per rintracciare l’Auto in caso di furto.

Inoltre, è possibile che la compagnia vi offra nel pacchetto uno o più di questi stessi servizi senza però averlo selezionato deliberatamente. Se non vi interessa, allora potreste controllare se possono essere annullati. Stipulare una polizza senza plus che ritenete inutili, in certi casi, vi consentirà di risparmiare una cifra notevole.

Ci sarà poi il bisogno di selezionare la frequenza e il metodo di pagamento. Se scegliete di pagare la polizza su base annuale, noterete che, quasi sempre, il prezzo totale da pagare sarà inferiore rispetto al caso in cui si decida per l’opzione semestrale.

Inoltre, alcune compagnie forniscono ulteriori vantaggi se sceglierete di pagare con carta di credito o debito anziché in contanti presso gli sportelli degli uffici.

La RC Familiare

Infine, vale la pena ricordare che, quando acquistate un nuovo veicolo, magari per un figlio o per la moglie, o un altro membro del nucleo familiare, è possibile far valere la cosiddetta Legge Bersani (o RC Familiare), che prevede l’ereditarietà della classe di merito.

Assicurazione Auto
Assicurazione Auto: come risparmiare (Ansa Foto)

In sostanza, essa stabilisce che è possibile trasferire la classe di merito da un veicolo già assicurato, e quindi più vantaggiosa, a quello nuovo, senza dover necessariamente passare dall’ultima classe che prevede costi molto onerosi. Tuttavia, per farla valere, bisogna prestare molta attenzione a due requisiti.

Primo, questa legge vale soltanto se il veicolo da assicurare ha una classe di merito inferiore a quello già assicurato. Secondo, i due veicoli devono appartenere alla stessa categoria e, quindi, Auto con Auto e Moto con Moto e così via.