Verstappen, la sentenza del rivale: “Ormai è scontato”

Perez spiega cosa non sta funzionando per lui in Red Bull e ammette che ormai per Verstappen il titolo mondiale di F1 2022 è una formalità.

La Red Bull è ormai vicinissima a mettere le mani sui titoli piloti e costruttori della Formula 1 2022. Una doppietta che lo scorso anno non era riuscita, visto che la Mercedes si era imposta nella classifica a squadre, e che invece adesso è scontata.

Max Verstappen
Max Verstappen (Ansa Foto)

La scuderia di Milton Keynes quest’anno ha potuto contare su un Sergio Perez che è certamente migliorato. Nella passata stagione aveva avuto un rendimento più altalenante, in questa è trovato maggiore continuità ed è stato capace di contribuire in misura superiore al campionato costruttori.

Ha vinto il Gran Premio di Monaco e ha ottenuto altri sei podi. È stato forte soprattutto nella prima parte del campionato, quando pensava persino di potersi giocare la corona iridata con il compagno Max Verstappen. Poi quest’ultimo ha preso il sopravvento e ora al messicano non rimane che giocarsi il secondo posto con Charles Leclerc e gli altri avversari.

Red Bull, Sergio Perez su Verstappen e obiettivi

Negli ultimi gran premi Perez ha avuto qualche difficoltà e in un’intervista concessa a Fox Sports Mexico ha provato a spiegare il motivo: “Nelle ultime gare, man mano che la macchina progrediva, questa si allontanava da me. Forse non mi sono adattato bene, ma ci sto lavorando. Sono lo stesso di sei mesi fa e cambierò le carte in tavola, mi riprenderò e chiuderò la stagione in bellezza. Voglio tornare a vincere gare, questo è il mio obiettivo negli ultimi sei GP. Ormai è scontato che il campionato lo vinca Max“.

Perez Verstappen
Sergio Perez e Max Verstappen (Ansa Foto)

Il driver messicano ammette che probabilmente non si è ben adattato agli sviluppi apportati alla Red Bull RB18. Al tempo stesso, si dice sicuro che riuscirà a migliorare nel resto della stagione. Difficile vincere a Singapore, però ci sono altre piste più favorevoli: “Marina Bay può essere un circuito favorevole alla Ferrari. A inizio anno eravamo peggio della Ferrari, poi abbiamo compensato nelle gare successive. La Red Bull ha avuto una stagione super. Il mio sogno della mia carriera è vincere il Gran Premio del Messico“.

Perez vuole vincere a Città del Messico, dove c’è un tracciato che può sposarsi bene con le caratteristiche della sua monoposto. Lì si correrà a fine ottobre, prima da affrontare ci sono Giappone e Argentina oltre a Singapore.