Verstappen è una furia: la dichiarazione è inequivocabile

Max Verstappen racconta tutta la sua frustrazione e dice a chiare lettere che non vuole più che si ripetano certe cose

Non può essere felice e non può nascondere la delusione. Max Verstappen e la Red Bull hanno perso l’aurea di infallibilità che ha accompagnato il loro Mondiale e lo hanno fatto nel weekend peggiore.

Verstappen
Verstappen © LaPresse

A Singapore l’errore nelle Qualifiche non è passato inosservato e non poteva essere altrimenti. Nel fine settimana in cui tutti i riflettori sono puntati proprio sulla scuderia dominatrice del Mondiale per l’ormai noto caso del budget cap, al box della scuderia austriaca hanno combinato un vero pasticcio. Niente benzina sufficiente per Max Verstappen nella fase finale del Q3 con l’olandese costretto ad abortire ben due tentativi veloci e inchiodato in ottava posizione.

Una situazione che ha fatto andare il campione del mondo su tutte le furie. Così dopo essere uscito dalla monoposto, ha sfogato tutta la sua frustrazione con un messaggio che non può essere equivocato: “Se avessi terminato il giro non avrei avuto abbastanza carburante. Nel Q3 sono cose che possono essere controllate e dovrebbero essere viste prima. Non è successo, ovviamente, ed è anche il motivo per cui ho dovuto rinunciare al tentativo precedente. Io sullo schermo in macchina non riesco a vedere il carburante“.

Verstappen è una furia: “Inaccettabile”

Verstappen
Verstappen © LaPresse

E dire che il giro che stava facendo Verstappen era abbondantemente sotto la pole di Leclerc. Frustrazione quindi ancora più elevata con il pilota che lo dice chiaramente: “Non è un fine settimana positivo e non è accettabile ciò che è accaduto. Anche se l’errore lo faccio io non è accettabile, da entrambe le parti dobbiamo cercare di fare meglio“.

Fare meglio significa non ripetere ciò che è accaduto sabato a Singapore: “Ciò che abbiamo fatto non dovrebbe accadere, non è stato sufficiente“. Verstappen considera il risultato della qualifica decisamente deludente: “La gara è compromessa. Non siamo a Spa o a Monza dove dove c’è la possibilità di superare facilmente. Per me credo che sarà frustrante. Mi troverò bloccato dietro tante macchine“. Riuscirà anche stavolta nella rimonta? L’olandese ci crede poco, ma ha già dimostrato di saper fare grandi rimonte.