Marc Marquez, il fratello racconta: “Quel giorno ne ha parlato”

Marc Marquez ha vissuto due anni da incubo dopo l’infortunio e le continue operazioni. Suo fratello Alex racconta un colloquio tra i due.

Marc Marquez ha vissuto due anni e più davvero complicati dopo l’infortunio rimediato a Jerez nel 2020. Quattro interventi al braccio destro, l’ultimo nel giugno di quest’anno, quando si trattava di giocarsi il tutto per tutto al fine di ritornare ad una vita normale e al top nelle competizioni della classe regina. Nel mentre ha dovuto fare anche i conti con due casi di diplopia che hanno messo a dura prova il morale del campione della Honda.

Marc Marquez Automotorinews 02-12-2022
Marc Marquez (foto LaPresse)

Al suo fianco c’è stato sempre suo fratello Alex, che lo ha seguito anche nella scelta di trasferirsi a Madrid per seguire un piano di riabilitazione mirato per il suo omero destro. Nella vita di tutti i giorni e in allenamento, Alex Marquez ha condiviso molti momenti insieme al fuoriclasse della MotoGP, è stato il suo confidente, la valvola di sfogo, l’ancora di salvataggio nei momenti più difficili. Inevitabili quando ci si ritrova a dover entrare ripetutamente in sala operatoria e a vedere la propria carriera a rischio.

Marc Marquez e quel momento di defaillance

Alex e Marc Marquez
Alex e Marc Marquez (Ansa Foto)

Nel servizio televisivo trasmesso da Dazn, ‘Marc Márquez: la sua grande vittoria‘, a parlare è anche il pilota due volte iridato, che dal prossimo anno scenderà in pista con la Ducati del team Gresini Racing. Mette in chiaro che tutti gli sforzi fatti negli ultimi due anni sono volti ad un solo obiettivo: ritornare ad essere campione del mondo. Ma prima dovrà ritrovare fiducia, sicurezza e soprattutto un pacchetto competitivo per la sua RC-V. “È un vincente nato, non sa altro che andare alle gare per vincere. Ma adesso non cerca il titolo, cerca di riscoprirsi e tornare a fare quello che faceva prima con la moto“.

Alex gli è stato vicino anche quando Marc Marquez era allo stremo un anno fa, valutando l’ipotesi del ritiro se fosse stato inevitabile. “Non mi aveva mai parlato apertamente di un ritiro, ma un giorno ne ha parlato chiedendomi: ‘Cosa farò dopo le moto, se non recupero al 100%, se vale la pena continuare…“. Un argomento che è stato messo sul tavolo, anche se il fratello minore è stato bravo a cancellare i suoi dubbi: “Gli ho detto ‘non essere sciocco, tra quattro giorni tornerai in moto”, riferendosi all’ultima operazione negli States dello scorso 2 giugno.

Questa pausa invernale servirà per recuperare le ultime energie e ritornare in griglia al top della forma fisica. Suo fratello Alex Marquez ne è sicuro: “Lui è un pilota eccezionale, capace di fare cose meravigliose“, convinto che se Marc ritroverà quella pace mentale con se stesso “sarà molto forte“.