MotoGP, Ezpeleta cita la Formula 1: “Se posso, lo faccio”

Ezpeleta ha parlato del momento della MotoGP e ha ammesso di prendere spunto dalla Formula 1 per migliorare il campionato.

La MotoGP non sta vivendo il suo miglior periodo. Il calo dei risultati e il ritiro di Valentino Rossi hanno inciso, ma anche i problemi fisici di Marc Marquez hanno fatto la loro parte. Gli altri piloti hanno fatto del loro meglio, però l’interesse verso il campionato non è stato elevatissimo negli ultimi anni.

Carmelo Ezpeleta
Carmelo Ezpeleta, numero 1 di Dorna Sports (Ansa Foto)

Il fatto che Francesco Bagnaia e Ducati abbiano vinto il titolo nel 2022 potrebbe aiutare a recuperare un po’ appassionati, almeno in Italia. Senza dimenticare un Enea Bastianini molto combattivo che affiancherà Pecco l’anno prossimo e che andrà assolutamente tenuto d’occhio.

Attenzione anche al già citato Marquez, che al 100% della condizione fisica e con una Honda che dovrebbe migliorare può tornare grande protagonista. Senza scordare Fabio Quartararo con la Yamaha, che a sua volta ha in programma progressi per la M1. E ci sono anche altri piloti che possono lottare per podi e vittorie. Gli argomenti di interesse non mancheranno nel 2023.

Carmelo Ezpeleta su MotoGP e Formula 1

Una delle novità interessanti del prossimo campionato MotoGP è certamente l’introduzione delle Sprint Race, che si disputeranno in tutti i weekend. Una formula che si ispira a quanto già visto sia nel Mondiale Superbike sia in Formula 1.

Carmelo Ezpeleta, ospite a un evento a Pamplona insieme a Stefano Domenicali, ha ammesso senza problemi di guardare con interesse alla F1 per migliorare la MotoGP: “La F1 è il numero 1 degli sport motoristici, non mi fa male ammetterlo. Siamo complementari. Ho imparato molto in questi anni e con Domenicali il rapporto è forte. Quello che fanno mi avvantaggia, copiamo quello che possiamo copiare. Tutto quello che vedo fare a Stefano e che posso fare anche io, lo faccio”.

Il CEO di Dorna Sports, società spagnola organizzatrice del Motomondiale, confessa di prendere spunto dalla Formula 1 e di copiare alcune idee che vede nel Circus. E aggiunge: “Uno dei lavori più difficili è stilare il calendario. Senza la collaborazione che abbiamo, non potremmo farcela. Ci sono più aspetti sui quali dobbiamo lavorare assieme”.

Se la F1 guarda soprattutto agli Stati Uniti e dal 2023 avrà tre eventi negli USA, con l’aggiunta di Las Vegas ad Austin e Miami, invece la MotoGP si espanderà ad est. Nel programma ci sono gran premi in Kazakistan e India, delle scommesse che Ezpeleta conta di vincere.