Verstappen svela il suo sogno: “Ma non me lo permettono”

Il campione di F1 Max Verstappen in una recente intervista svela uno dei suoi sogni. Ma per il momento non sarà possibile da realizzare.

Sul circuito di Motegi si sono incontrati due titani del motorsport, Max Verstappen e Marc Marquez, in occasione dell’evento 2022 “Honda Racing Thanks Day“. Il campione olandese di F1 e l’otto volte iridato della Repsol Honda hanno tenuto una intervista faccia a faccia per il canale ufficiale MotoGP.com che in questi giorni sta facendo il giro del web.

Max Verstappen Automotorinews 09-12-2022
Max Verstappen (foto LaPresse)

E’ stata una bella occasione per parlare delle rispettive categorie, sottolineare le differenze tra il mondo delle due e delle quattro ruote, complimentarsi a vicenda. Max Verstappen ha anche confessato un suo sogno che per il momento non potrà essere realizzato. Almeno fino a quando sarà legato contrattualmente alla scuderia Red Bull, visto l’alta probabilità di rimediare un infortunio che destabilizzerebbe il suo impegno nel Circus: “Mi piacerebbe un giorno guidare una MotoGP, ma ancora non mi è consentito farlo. La squadra non me lo permette“.

Max Verstappen grande ammiratore di Marquez e della classe regina

Max Verstappen
Max Verstappen (Foto LaPresse)

Il campione olandese della F1 si è detto un grandissimo fan del Motomondiale e, quando non è impegnato con il Circus, guarda le gare in TV. In particolare confessa la sua grande ammirazione per Marc Marquez: “E’ un combattente, non si arrenderà mai. È molto determinato, è un pilota forte“. L’ammirazione va soprattutto alla sua capacità di gestire la pressione nei Gran Premi, anche se i recenti infortuni lo hanno messo un po’ alle corse.

I quattro interventi al braccio e i due casi di diplopia hanno frenato la marcia trionfale del pilota catalano. “Ma prima, c’era una probabilità del 99% che vincesse la gara“. Ma adesso le sue condizioni sono in netto miglioramento e dal 2023 potremmo rivedere il Marc Marquez a cui eravamo abituati prima dell’infortunio rimediato a Jerez nel 2020. “Non vedo l’ora di vederlo ritornare ai suoi veri livelli“, ha aggiunto Max Verstappen.

La concorrenza sarà molto agguerrita, negli ultimi tre anni ci sono stati tre vincitori diversi, i tempi sul giro e le prestazioni sono sempre più al limite. “È molto affascinante quanto siano veloci i piloti della MotoGP. Devi usare tutto il tuo corpo, ti aggrappi davvero vicino alla moto“, ha concluso il fuoriclasse della F1. “Quello che inoltre mi piace della MotoGP è che ci sono così tanti costruttori che possono vincere una gara. È fantastico“.