Valentino Rossi ce l’ha fatta: “E’ un buon segno”

Valentino Rossi subito grande protagonista in questo inizio di stagione 2023. Il Dottore compie un’impresa storica nella sua carriera.

Valentino Rossi ritorna a fare parlare di sè e apre l’anno 2023 alla grande. Il campione di Tavullia nei giorni scorsi è volato in direzione Dubai insieme alla fidanzata Francesca Sofia Novello, sua figlia Giulietta e lo staff di collaborato più fidati per partecipare al primo evento automobilistico dell’anno. Si tratta della 24 Ore di Dubai a cui ha partecipato insieme ai compagni di team Timohy Whale, Sean Gelael, Max Hesse e Maxime Martin.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Ansa)

Per Valentino Rossi è stato il debutto ufficiale con la nuova BMW M4 GT3, bolide con motore sei cilindri in linea da 3,0 litri e 590 CV, dopo aver partecipato all’edizione 2022 del Fanatec GT WCE a bordo di una Audi R8 GT3. E il battesimo con il marchio dell’Elica è avvenuto sotto una buona stella: infatti l’ex pilota della classe MotoGP ha chiuso sul podio, il primo della sua carriera automobilistica e adesso l’obiettivo sarà ripetersi anche nel prossimo appuntamento in programma fra tre settimane in Australia.

Valentino Rossi star a Dubai

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Valentino Rossi (@valeyellow46)


Nella sua prima gara come pilota ufficiale BMW, Valentino Rossi è salito sul podio alla 24 Ore di Dubai. Unico intoppo solo nelle prime fasi, quando suo compagno di squadra Timothy Whale sabato pomeriggio ha colpito le pile di pneumatici e ha perso secondi preziosi. Accolto come una star, il 43enne pesarese ha confermato la sua stoffa da campione e dato il suo prezioso contributo per l’ascesa sul podio. “Sono molto contento perché è il mio primo podio nelle corse automobilistiche. Salire sul podio nella prima gara con la BMW è un buon segno“.

Fin dai test dei giorni precedenti il feeling con la BMW M4 GT3 si è instaurato alla perfezione, sembra avere una guida più fluida rispetto alla Audi R8 e che meglio si adatta al suo stile di guida. “Ho avuto un buon feeling con la BMW fin dall’inizio, la macchina è più facile da guidare. Ovviamente dobbiamo lavorare, ma il feedback è buono“.

Dopo questa prima impresa nell’emirato arabo, nel primo fine settimana del mese di febbraio Valentino Rossi e il suo team belga WRT affronteranno una nuova sfida: la 12 Ore di Bathurst. Il circuito leggendario di Mount Panorama si preannuncia difficile ma davvero emozionante. “La pista è molto particolare e non ci ho mai gareggiato. So anche che ci sono molti piloti e team forti all’inizio. Ma farò di tutto per ottenere il miglior risultato possibile“.