Carlos Sainz, che bolide per il pilota: l’ha personalizzato in modo… inequivocabile

Carlos Sainz ha sorpreso tutti svelando il suo nuovo gioiellino: una Ferrari personalizzata con un dettaglio particolare. Le foto.

Tempo di preparazione per Carlos Sainz e la Ferrari, al primo anno sotto la nuova guida di Frederic Vasseur. Il manager francese ha preso il posto di Mattia Binotto e continuerà a fare affidamento sulla coppia di piloti composta dallo spagnolo e da Leclerc.

Carlos Sainz
Carlos Sainz – Automotorinews.it

I due sono amici e, a parte qualche episodio di pista, vanno molto d’accordo tra loro. Si spingono l’un l’altro alzando costantemente il loro livello. L’anno scorso ciò che è mancato di più è stata l’affidabilità della monoposto, a cui si sono aggiunti i vari errori di strategia che sono costati molti punti rendendo tutto più facile a Verstappen e Red Bull.

Dunque, se Vasseur e il team riusciranno a risolvere questi problemi, il titolo iridato potrebbe non essere più una chimera. Se lo augura la scuderia e se lo augurano i tifosi, ma in attesa di tornare in pista, Sainz ha svelato una chicca che in qualche modo consolida ulteriormente il suo rapporto con la Rossa.

Carlos Sainz l’ha svelata: che bolide

Carlos Sainz
Carlos Sainz – Automotorinews.it

In particolare, il pilota madrileno ha accolto nel suo garage una Ferrari 812 Competizione nuova di zecca. Livrea color grigio opaco e rifiniture rosse tra i tratti distintivi più evidenti degli esterni, ma è ciò che si nasconde al suo interno che è il vero “tesoro” di questo modello della Casa di Maranello.

Evoluzione della già velocissima e all’avanguardia 812 Superfast, la 812 Competizione monta un motore V12 da 6,5 litri in grado di erogare 830 cv di potenza a 9.250 giri al minuto e 692 Nm di coppia massima già disponibili a 7.000 giri. Dati, questi, elevati per prestazioni altrettanto elevate: velocità massima di 340 km/h, accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,85 secondi e da 0 a 200 in 7,5 secondi.

Insomma, un autentico bolide reso ancora più performante della Superfast da alcuni miglioramenti. Nel dettaglio, la Competizione sfoggia tanta fibra di carbonio in più rispetto alla predecessora che ha permesso agli ingegneri dell’azienda modenese di ridurre il peso complessivo. Poi, modifiche anche a diffusore, terminali di scarico nuovi e tante altre piccole cose che alla fine hanno dato un risultato di primissimo livello sia in termini di design che di performance pure.

Questa Ferrari 812 Competizione è davvero sua – Foto

Oltre alla parte tecnica, Sainz ha voluto dare un’impronta personale alla sua nuova supercar personalizzandone ogni aspetto possibile. Il colore, come anticipato, è un grigio opaco, abbinato a rifiniture rosse. Lo stesso tema si ritrova altresì all’interno dell’abitacolo dove, però, spicca un dettaglio che identifica in maniera inequivocabile il proprietario: la scritta “Smooth Operator” sul battitacco. “Smooth Operator” è infatti il soprannome del pilota, chiamato così per la sua costanza di rendimento e ripreso dall’omonimo brano del 1984 di Sade, canzone ormai diventata una delle preferite dello stesso ferrarista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carlos Sainz (@carlossainz55)

Gestione cookie