IL DRAMMA DI STONER: “NON ESCO DA UN ANNO E NON HO PIÙ ENERGIA”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

Casey Stoner racconta la sua malattia: “Non esco di casa da un anno”

Casey Stoner si racconta e racconta il momento difficile che sta vivendo, fra una malattia che non gli dà scampo e una fatica bestiale

Casey-Stoner-malato

Un dramma senza fine, quello di Casey Stoner. Il pilota australiano ha ormai lasciato la MotoGp da 7 anni, a causa dei vari problemi fisici ma anche di una certa insofferenza mai celata nei confronti di tutto il circo che c’è intorno. Una storia importante, quella di Stoner, fatta di grandi successi e di una grande rivalità con Valentino Rossi nei suoi anni migliori. Campione del Mondo della MotoGp nel 2007, a soli 22 anni, poi un duello senza esclusione di colpi col “Dottore”, culminato in un nuovo campionato del mondo nel 2011. Ma le cose iniziano a non andare bene, iniziano a palesarsi i primi infortuni gravi e arriva il ritiro, all’apice della carriera, a 27 anni e appena arrivato terzo nel Mondiale. Nel 2015 ci ha anche riprovato, annunciando la sua partecipazione alla 8 Ore di Suzuka per il team Honda, ma già nei primi giri è caduto rovinosamente, mentre era in testa alla gara, fratturandosi scapola e tibia.
Adesso Stoner vive una situazione difficile, con una di malattia che gli toglie tutte le energie. Una sindrome da affaticamento cronico che gli impedisce di vivere una vita normale e che gli crea tanti problemi, compresa una forma di depressione che lo sta fiaccando pesantemente, a soli 34 anni.

Stoner e la malattia: le parole dell’ex campione MotoGP

Casey Stoner ha raccontato ad una tv australiana il dramma che sta vivendo: “Non esco da più di un anno – ha detto l’ex pilota – Non ho più l’energia per uscire di casa. Se esco un giorno devo restare sul divano per una settimana, è una cosa molto frustrante. Non ho fatto molte cose divertenti negli ultimi tempi, non è un buon momento. Non so più neanche da quanto tempo non esco più, credo da almeno 10 mesi, o forse anche di più”. Poi Stoner entra più nello specifico e racconta nei dettagli cosa mi succede: “In pratica, a causa della sindrome da fatica cronica di cui soffro, non sono in grado di mantenermi in forma, non sono in salute. Ho un problema perché le costole escono spesso dal loro asse e mi portano indietro le spalle, visto che sono collegate alle vertebre. L’ultima volta che ho provato una moto? Un paio di settimane fa, su una moto stradale, e prima ancora nel gennaio scorso. Abbiamo fatto qualche giro con alcuni ragazzi, senza spingere o chissà che, ma è stato molto importante. Negli ultimi tempi sto migliorando con alcuni nuovi farmaci che sto assumendo, ma non sono ancora in grado di ritornare ad allenarmi”.