Schumacher, 6 anni dal terribile incidente: ecco le sue condizioni oggi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:36
921

Michael Schumacher, 6 anni dal terribile incidente sulle nevi francesi: ecco le su condizioni fisiche oggi

Schumacher
Schumacher, 6 anni dal terribile incidente: ecco le sue condizioni oggi (Foto: Getty)

Sono passati esattamente 6 anni da quel terribile 29 dicembre del 2013 in cui Michael Schumacher ebbe l’incidente sulle neve di Meribel. Il fenomeno della Formula 1 era con la famiglia sulle nevi francesi per trascorrere le festività natalizie, e come era solito fare si dilettava con delle discese sugli sci, sua grande passione. Nonostante fosse molto esperto, quel giorno finì per cadere battendo la testa su una roccia lungo il percorso. Di lì la corsa in ospedale e il tentativo disperato di salvargli la vita.

Il coma profondo, settimane di paura mai svanita, poi la diagnosi definitiva: Michael non sarà più lo stesso. E’ salvo, fuori pericolo, ma non potrà tornare ad un’esistenza normale. Nonostante quanto affermato dai dottori però, la sua famiglia, con la moglie Corinna in testa, non ha mai perso la speranza, attrezzando la villa di residenza in Svizzera come una vera e propria clinica all’avanguardia ed erigendo un muro di privacy sulle sue condizioni.

Tantissime indiscrezioni si sono susseguite, arrivate dalle voci dei tanti amici che sono andato a trovarlo, da Montezemolo a Todt, passando per gli ex compagni della Formula 1, ma pochissime sono state confermate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> F1, Vettel all’ultimo anno in Ferrari: Alonso nel 2021 con Leclerc

Michael Schumacher, 6 anni dal terribile incidente di Meribel: le sue attuali condizioni

Michael Schumacher
Michael Schumacher, le sue condizioni a 6 anni dall’incidente di Meribel (Foto: Getty)

Il mondo dei motori ha sostenuto una campagna a favore di Schumi, sostenendo la fondazione “Keep Fighting Michael“, continuando a far sentire il proprio calore e vicinanza ad uno dei più grandi interpreti della storia. Nel frattempo nella sua vita privata qualcosa è migliorato. Il viaggio a Parigi per sottoporsi ad una cura di cellule staminali, non è stato mai smentito, e il trattamento all’ospedale Georges Pompidou sembra aver ridato un minimo di speranza al campione tedesco. Lo stesso presidente della FIA, Jean Todt, team principal alla Ferrari ai tempi di Schumacher, ha dichiarato di aver assistito ad un Gp in sua compagnia e di averlo trovato bene. Non è più come lo ricordiamo ma è presente a se stesso e comunica con gli occhi, pur non riuscendo a parlare.

Negli ultimi giorni la moglie, ha rilasciato alcune dichiarazioni al magazine inglese Mirror, in cui ha detto: “Le grandi cose iniziano sempre da piccoli passi. Per costruire un mosaico si parte dai pezzetti iniziali“. Un’apertura verso il miglioramento delle condizioni dell’ex pilota di Maranello che fa ben sperare i milioni di fan, continuamente vicini nel sostegno al loro beniamino.

La battaglia è ancora molto lunga, ma a quanto pare procede spedita verso un percorso che se pur non di guarigione completa, possa permettere a Schumacher di continuare un’esistenza dignitosa, per lui e per tutti quelli che gli vogliono bene.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Contadino senza patente va in concessionaria, lo prendono in giro e lui si compra una Ferrari F430