Coronavirus, la critica di Lewis Hamilton: “La gente è irresponsabile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:24
120

Coronavirus, la critica di Lewis Hamilton: “La gente è totalmente irresponsabile. Continuano ad andare in giro per bar e discoteche senza capire che devono stare a casa”

Lewis Hamilton
Coronavirus, la critica di Lewis Hamilton: “La gente è irresponsabile” (Foto: Getty)

Lewis Hamilton ha voluto lanciare il suo appello nei confronti di tutti i fan di auto isolarsi e fare massima attenzione a questa emergenza da coronavirus.

La stella della Formula 1 ha detto al grande pubblico di seguire i consigli del Governo restando in casa nel tentativo di fermare l’attuale pandemia. Hamilton ha deciso di fare una storia su Instagram, dando l’esempio agli altri e bacchettando chi ancora sembra non capire.

Nel suo post si può leggere: “Sono così triste di sapere la quantità di morti che c’è in tutto il mondo. So che molti di noi sono limitati alla conoscenza del perché e di come sia successo. Non c’è niente che possiamo fare al riguardo in entrambi i modi tranne cercare di isolarci, impedire di infettarci e diffondere il virus“.

Prosegue Hamilton: “Ci sono persone là fuori che vanno ancora in discoteche e bar in un modo che ritengo totalmente irresponsabile e da egoisti“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, tutti gli eventi motoristici annullati fino ad ora – DIRETTA

Coronavirus, la critica di Lewis Hamilton: “La gente è irresponsabile”

Hamilton Coronavirus
Coronavirus, la critica di Lewis Hamilton: “La gente è irresponsabile” (Foto: Getty)

Il sei volte campione del mondo si affida alla preghiera: “Prego per la sicurezza della mia famiglia ogni giorno, ma prego anche per te là fuori.

“Sto pregando per coloro che lavorano nei negozi, nelle consegne, nel settore medico e sanitario, che mettono a rischio la propria salute per aiutare gli altri e far funzionare i paesi. Questi sono gli eroi. Per favore, state al sicuro, gente“.

Il coronavirus ha avuto un impatto molto pesante sulla stagione di Formula 1 con ben otto gare rinviate o annullate.

L’Azerbaigian si è unito all’Australia, al Bahrain, al Vietnam, alla Cina, all’Olanda, alla Spagna e a Monaco nel dover annullare una gara a causa dell’epidemia da Covid-19.

L’avvertimento di Hamilton arriva quando è stato annunciato che altre 54 persone sono morte nel Regno Unito, portando il bilancio complessivo delle vittime a 335.

>> CLICCA QUI PER GUARDARE LA STORIA DI HAMILTON SU INSTAGRAM >>>

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Formula 1, rinviato il Gran Premio di Baku: slitta ancora l’inizio del Mondiale