Come viaggiare in auto: regole Fase3 , attenzione ai sedili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03

Siamo ormai entrati nella Fase 3, quella che riduce ulteriormente i vincoli per gli spostamenti, ma è necessario prestare la massima attenzione quando ci si muove in auto.

Fase 3
Foto: Pixabay

La Fase 3, quella che ha permesso un ulteriore allentamento delle misure restrittive e che consente di spostarsi da una regione all’altra, è iniziata da pochi giorni ed è ancora difficile prevedere se questa situazione possa portare a un incremento dei contagi, al momento in calo un po’ in tutta Italia, ma impone regole che è importante rispettare per non incorrere in sanzioni. In modo particolare è fondamentale sapere come poter viaggiare in auto soprattutto se si tratta di uno spostamento che vede la presenza di più persone all’interno dell’abitacolo.

Pur non dovendo più mostrare ormai da qualche tempo alcuna autocertificazione per giustificare il motivo e la destinazione, ci sono norme ben precise in vigore. Massima attenzione soprattutto per le famiglie numerose: in alcuni casi non c’è infatti la possibilità di muoversi, anche se potrebbe sembrare un paradosso, tutti insieme all’interno della stessa vettura. Non è infatti ancora possibile occupare tutti i cinque posti.

Apertura Autoscuole e nuovi esami
(Foto: Pixabay)

Potrebbe interesarti –  Spostamenti in auto e moto, multe e sanzioni anche con Fase 3: cosa si rischia

Viaggiare in auto durante la Fase 3 – Fondamentale il distanziamento sociale

La cautela in ogni nostra azione deve essere massima e non deve comportare solamente l’utilizzo della mascherina. Un’altra norma che abbiamo imparato quanto sia importante è quella del rispetto della distanza di sicurezza rispetto alle persone che non vivono con noi. L’unica eccezione, infatti coinvolge le persone che vivono sotto lo stesso tetto, mentre se ci sono gruppi familiari che hanno intenzine di riunirsi per un breve periodo di vacanza ma con figli che vivono, magari per motivi di studio lontano, il viaggio comporterà l’impossibilità di restare vicini.

In generale, in una vettura tradizionale a cinque posti con due file di sedili è consentito essere solamente in tre. Oltre al guidatore, gli altri due dovranno posizionarsi sul sedile posteriore, ma lasciando vuoto il posto centrale. Tutti con la mascherina.

Esistono comunque anche auto che hanno un separatore centrale (è il caso ad esempio dei taxi) l’utilizzo della mascherina può essere facoltativo, ma diventa indispensabile che sul retro stia una sola persona. Unica condizione possibile se si deve essere in più di tre persone nell’abitacolo è quella di essere tutti conviventi. Se invece si dovesse avere la necessità di muoversi in più di tre persone ma non conviventi, diventa necessario dotarsi di un mezzo con tre file di sedili. Qualora nella terza fila ci fossero due posti, potrà salire un’altra persona (per un totale di quattro), se invece ce ne sono tre, ne potranno salire due (per un totale di cinque). Per le macchine che non hanno sedile posteriore e solo quello del guidatore o di un passeggero, il conducente dovrà essere da solo, a meno che al suo fianco non ci sia una persona che abita nella sua stessa casa.

Potrebbe interessarti – Spostamenti tra regioni, turisti tracciati e non solo: cosa cambia dal 3 giugno