LIVE Zanardi, le condizioni. Moglie contenta dei medici, alle 12 nuovo bollettino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00

Zanardi ricoverato all’ospedale di Siena dopo l’incidente in handbike. L’aggiornamento sulle condizioni del campione paralimpico ed ex pilota di Formula 1 ed IndyCar

Alex Zanardi, le condizioni
Alex Zanardi (Getty Images)

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Lunedì 22 Giugno

09.00: Alex Zanardi ha trascorso la terza notte nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale ‘Le Scotte’ di Siena. Non ci sarebbero per ora novità significative sulle sue condizioni che restano gravi ma stabili. Il tempo può diventare un buon alleato del campione paralimpico, così come sottolineato dai medici. Un nuovo bollettino medico è atteso oggi per le ore 12.

19.20: Zanardi rimane in prognosi riservata, in condizioni stabili ma gravi. Il prossimo bollettino medico verrà emesso domani alle ore 12.

19.00: prosegue l’attività investigativa. Il fascicolo della Procura di Siena resta aperto per il reato di lesioni gravissime da incidente stradale. Smentita, come ricordato in precedenza, l’indiscrezione secondo cui Zanardi stesse filmando con il cellulare al momento dell’impatto. Il telefonino, riportano le agenzie di stampa, è stato ritrovato all’interno della scocca dell’handbike. E’ stato comunque sequestrato insieme al mezzo. A giorni è prevista la perizia.

18.30: “Sono convinto e spero che si risolva tutto per il meglio: facciamo tutti il tifo per lui” ha detto Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, alla vigilia della sfida della sua squadra contro la Juventus in Serie A. “E’ un esempio per tutti, grazie alla sua voglia di vivere e lottare. E’ riuscito a dare forza a tutti” ha aggiunto. “Se vinciamo domani la dedichiamo a lui

17.50: la staffetta “Obiettivo Tricolore” continuerà. Sarà Carlo Calcagni, 51 anni, di Guagnano, vicino Lecce, a proseguire fino a Santa Maria di Leuca, dove Zanardi e i compagni che si sarebbero aggiunti via via lungo il percorso avrebbero dovuto arrivare il 28 giugno. Calcagni, ex pilota elicotterista in Bosnia-Erzegovina, agonista di altissimo livello, affronta da 18 anni le conseguenze di una contaminazione da uranio impoverito. Diventato amico di Zanardi, si è proposto di portare a termine il progetto di Obiettivo3.

15:30: A dare sostegno alla famiglia Zanardi in questo momento difficile c’è anche il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, che ha voluto recarsi personalmente al Policlinico delle Scotte di Siena, dove ha avuto modo di parlare con la moglie Daniela. “Lei mi ha detto di essere molto contenta e anche molto sicura del lavoro che stanno facendo i medici – riferisce ai cronisti – e si pongono anche delle domande sulle scelte future da fare“. De Mossi si è augurato “che ci sia una ripresa straordinaria, come è straordinario questo grandissimo atleta sottoposto a grandi prove, dalle quali è uscito anche da grande persona“.

12:00: Pochi minuti fa, dall’ospedale di Siena è arrivato il primo bollettino medico di oggi sulle condizioni di Alex Zanardi. “Al momento è stabile, ma non escludiamo possibili eventi avversi. Per adesso il paziente rimane in prognosi riservata” hanno spiegato i medici alla stampa: “La notte l’ha passata in condizioni di stabilità a livello cardio-respiratorio e metabolico, e le funzioni d’organo sono adeguate“. Hanno poi aggiunto: “Al momento rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il quadro neurologico rimane comunque grave, per questo i dati sulla sua stabilità vanno presi con le pinze

10.30: secondo indiscrezioni al momento non confermate, sembrerebbe che Zanardi stesse filmando con il telefonino quando ha perso il controllo dell’handbike. La notizia è stata poi smentita. I dettagli nell’articolo di Pasquale Conte (LEGGI QUI)

10.00: come riporta Lia Capizzi, inviata di Sky, Zanardi è stabile. I medici, spiega, comunicheranno il nuovo bollettino medico a mezzogiorno. Secondo quanto riferisce la giornalista, i medici avrebbero intenzione di spostare in avanti, forse a martedì o ancora più in là, il momento in cui tentare il risveglio di Zanardi dal coma farmacologico. Il danno cerebrale rimane grave ma il corpo di Zanardi, quel suo suo fisico da atleta, risponde bene alle cure dal punto di vista cardio-circolatorio e metabolico.

8.30: lo stesso Tonacci ha parlato con l’autista del tir che ha investito Zanardi. Marco, 44 anni, guida autocarri per l’azienda di famiglia. Al momento dell’impatto stava trasportando cereali destinati al Consorzio Agrario di Sinalunga. Ha visto Zanardi sbandare e cadere, dice. Ha invaso la sua corsia, è caduto a terra sbattendo la spalla sinistra, racconta ancora. “Ho provato ad allargarmi sulla destra rischiando di andare fuori strada, ma se non l’avessi fatto sarebbe stato un frontale” aggiunge. In quel punto l’asfalto della statale 146 è abbastanza rovinato. L’autista lo sta percorrendo in leggera salita e con il camion a pieno carico. “Non andavo a più di 30 chilometri all’ora” dice.

8.00: Laura Montanari e Fabio Tonacci spiegano su Repubblica i primi passaggi dell’inchiesta sull’incidente di Zanardi. Al centro c’è la staffetta “Obiettivo tricolore” di Obiettivo3, di cui Zanardi è socio per un terzo e la moglie Daniela per un altro 33%.

L’inchiesta dovrà accertare chi l’ha organizzata, se e in che modo sono state avvertite le autorità locali. Per verificare se la Obiettivo3 possa essere chiamata a rispondere di responsabilità oggettiva.

L’inchiesta procede anche sul fronte della ricostruzione del sinistro stradale. I Carabinieri hanno acquisito agli atti il video di un giornalista freelance. Resta da comprendere perché Zanardi abbia sbandato, se si sia trattato solo di errore umano, o di un cedimento strutturale, o di altri fattori come una buca sull’asfalto. Per fare chiarezza, la sua handbike è stata sequestrata.

Zanardi, le condizioni: i bollettini medici di sabato 20 giugno

Nella mattinata di sabato 20 giugno, il dottor Sabino Scolletta ha comunicato il primo bollettino medico aggiornato sulle condizioni di Alex Zanardi. “La sua situazione potrebbe aggravarsi e instabilizzarsi da un momento all’altro, anche se in questo momento la stabilità esclude questa possibilità.” spiega Scolletta“Sono positivi sia i parametri metabolici che quelli respiratori, e questo è un bene.” Il professore dell’ospedale di Siena ha poi aperto ad una possibile svolta: “Se rimane stabile fino a lunedì o martedì, si potrebbe già pensare di svegliarlo. Al momento dell’arrivo in ospedale, il quadro neurologico era critico, ora i parametri respiratori sono sufficienti”.

Nel pomeriggio di sabato 20 giugno, ha parlato Giuseppe Olivieri, direttore del reparto Neurochirurgia dell’ospedale di Siena, a Adnkronos: “Non è una situazione che si vede tutti i giorni, un trauma simile lo trattiamo due o massimo tre volte all’anno – spiega – ma i pazienti sono diversi”. Poi aggiunge: “Quello che posso dire è che Alex Zanardi è un paziente che vale la pena curare, e non perché si tratta di lui“. “Sarà un lungo cammino nel migliore dei casi, ma i peggioramenti, purtroppo, possono giungere da un momento all’altro“.

Alle 18, il Prof. Scolletta comunica il terzo bollettino sulle condizioni di Zanardi. “Le condizioni rimangono stabili, seppur il quadro clinico non sia ottimale. Tuttavia, ci sono già i primi miglioramenti, il paziente risponde bene e la situazione cardiaca si sta stabilizzando“. Il Corriere della Sera riporta ulteriori dichiarazioni dei medici dell’Ospedale di Siena: “Solamente la prossima settimana potremo fare una valutazione complessiva – spiegano – Non è escluso un danno neurologico permanente, ma la sedazione non ci permette di avere un quadro preciso“.

Incalzato dai cronisti, il prof Scolletta ha ammesso che potrebbero esserci problemi alla vista per Zanardi: “Abbiamo chiesto una consulenza agli oculisti – si legge su Corriere.it – perché c’è qualche lesione oculare. Il trauma è anche facciale, quindi è probabile che ci possano essere lesioni.”

Zanardi resterà in coma farmacologico anche per tutta la giornata di domenica 21 giugno, fanno sapere i medici. Come ha spiegato all’ANSA il presidente della Società mondiale di Anestesiologia, Quirino Piacevoli, “il cervello viene messo a riposo per mezzo di una pesante sedazione con barbiturici in attesa di sviluppi”. Il rischio, ha aggiunto, “è che si sviluppi un edema cerebrale e per questo motivo le prossime 72 ore saranno critiche”.

Zanardi, migliaia di messaggi di solidarietà

Migliaia i messaggi di sostegno per Alex Zanardi. Si è aggiunto anche il ct della Nazionale Roberto Mancini.E’ riuscito a unire tutti i tifosi di tutti gli sport, sono sicuro che ce la farà anche adesso. Gli siamo vicini e preghiamo per lui“.

Gli è vicino anche Matt Brabham, ventiseienne nipote del grande Sir Jack. “Mi auguro che vada tutto per il meglio” ha scritto su Twitter elogiando la sua incredibile forza di volontà. Bello anche il messaggio di Manuel Bortuzzo, come riporta Repubblica. “Da lui” ha detto, “ho imparato a cercare un dono nella mia tragedia”.

Nella giornata di sabato 20, i messaggi di incoraggiamento sono continuati ad arrivare. Il campione di salto in alto Tamberi ha incitato Zanardi, come la Conferenza Episcopale Italiana. Tante le manifestazioni d’affetto anche dal mondo dei motori a cominciare dal presidente della FIA Jean Todt. “Combatti come sai fare tu Alex, sei un grandissimo uomo. Coraggio” ha scritto Charles Leclerc. “Trattengo il respiro. Sono il suo fan. Sono suo amico” ha detto Mario Andetti alla BBC. “Alex è una fonte di ispirazione per la vita e un combattente in tutto e per tutto” ha twittato la Williams.

Non è mancata la solidarietà di sportivi, attori e cantanti per Alex Zanardi. Tanti i messaggi sui social. Da Federica Pellegrini a Emma Marrone, passando per Jovanotti, Alessandro Gassmann, Cesare Cremonini, è lungo l’elenco di coloro che hanno utilizzato Facebook e Twitter per incoraggiare Alex, segno inequivocabile di quanto Zanardi sia diventato, negli anni, un simbolo del nostro Paese.

Cosa sappiamo finora dell’inchiesta

Sabato 20 giugno è anche il giorno dell’inizio dell’inchiesta sull’incidente. Il Corriere della Sera rivela che il Comune di Pienza e la Questura di Siena non hanno mai ricevuto comunicazioni ufficiali da parte degli organizzatori della staffetta. Questi avrebbero solamente comunicato tramite Facebook che si sarebbe tenuto un evento in piazza, salvo poi revocarlo. Anche il comando provinciale dei Carabinieri non era stato informato. La manifestazione inoltre non aveva alcun carattere di una gara organizzata e quindi i partecipanti erano soggetti al rispetto del codice della strada.

I Carabinieri di Montepulciano interrogano gli organizzatori per approfondire la dinamica dell’incidente e le modalità logistiche organizzative dell’evento. L’autista del tir viene iscritto nel registro degli indagati. La procura di Siena parla di “atto dovuto”.

I risultati dei test sull’autista del camion

Il tragico incidente avvenuto ieri pomeriggio nel comune di Pienza (Si) ha visto coinvolti Alex Zanardi e un camion, che arrivava dalla corsia opposta. Il 44enne autotrasportatore, residente a Siena, è stato sottoposto all’alcoltest e al prelievo del sangue per la ricerca di eventuali sostanze stupefacenti.

Dai test ne è scaturito che l’uomo non avesse assunto né alcolici né sostanze stupefacenti. Poco dopo l’incidente, inoltre, il 44enne avrebbe rilasciato dichiarazioni ai carabinieri, giunti sul posto, di spontanea volontà. L’uomo ha raccontato la dinamica del brutto incidente dal suo punto di vista.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Zanardi e Schumacher insieme ai Caschi d’Oro, il video che commuove

Il primo bollettino medico e le parole del neurochirurgo

Alex Zanardi è ricoverato in terapia intensiva dopo l’operazione chirurgica subita in seguito all’incidente stradale in handbike nei pressi di Siena. Trasportato in elisoccorso all’ospedale, Alex è stato sottoposto a un delicato intervento per stabilizzarne le condizioni in attesa di una valutazione neurologica. L’intervento, durato tre ore, si è concluso positivamente. Nel primo bollettino medico dopo l’operazione, si parla “condizioni stabili pur se gravissime” per i forti traumi riportati alla testa. In seguito al bollettino medico ha parlato anche il neurochirurgo Giuseppe Olivieri, colui che ha operato Alex dopo l’arrivo al pronto soccorso. Olivieri ha parlato di importante “fracasso facciale”.

“Quello che ho detto anche alla moglie che lo assiste qui, nonostante sia in condizioni critiche vale la pena curarlo – spiega Olivieri –  (…) E’ in coma farmacologico e ha una serie di fratture multiple al volto che per ora non abbiamo potuto. Speriamo di avere evoluzioni positive nelle prossime ore“.

Potrebbe interessarti Zanardi al Lausitzring, il video del drammatico incidente in IndyCar del 2001

Zanardi, le dieci frasi che raccontano l'uomo e il campione
Zanardi (Getty Images)

Zanardi, la dinamica dell’incidente

Stando alla ricostruzione dei testimoni presenti al momento dell’incidente, in particolare del c.t. della nazionale italiana paralimpica di ciclismo, Mario Valentini, Zanardi sarebbe stato sbalzato dalla handibike in discesa per poi urtare un tir che sopraggiungeva in direzione opposta Al momento, il conducente del Tir è indagato per lesione colposo, un atto dovuto in attesa del prosieguo delle indagini.

Leggi ancheAlex Zanardi e Valentino Rossi, un sorpasso li accomuna (VIDEO)